Doppio furto a Cedrate, arrestato

Doppio colpo all'oratorio di Cedrate e in una villetta del quartiere

gallarate generico
Gallarate

Il 3 maggio, alle prime ore dell’alba gli uomini del Commissariato di Polizia e dei Carabinieri di Gallarate, in una azione congiunta, hanno arrestato in flagranza, dopo una concitata fuga, un venticinquenne – cittadino marocchino, pregiudicato – ritenuto autore di una serie di furti perpetrati in città nel corso della notte.

L’allarme è scattato alle due e mezza di notte quando è stata segnalata la presenza di un uomo all’interno del complesso dell’Oratorio di Cedrate di Gallarate, sito in via Lazzaretto civico 1.
Prontamente, sul posto, sono giunti poliziotti e carabinieri in normale servizio di controllo del territorio che si sono posizionati in maniera tale da circondare la struttura. Gli operatori quindi sono entrati nel complesso dell’Oratorio e hanno individuato un uomo vestito di scuro, ancora intento a scassinare un armadietto all’interno del Bar.

L’individuo, una volta vistosi scoperto, è fuggito nel giardino della struttura e approfittando di un piccolo varco che presumibilmente aveva precedentemente aperto nella recinzione, è riuscito a far perdere le proprie tracce, non prima che gli operatori riuscissero durante l’inseguimento, a recuperare la refurtiva consistente in due PC portatili.

Le immediate ricerche delle pattuglie in servizio hanno consentito di rinvenire a poca distanza dall’oratorio un motociclo marca Beta Motor, di colore rosso, privo di targa, che da controlli è risultato essere stato rubato in data 25 aprile 2017 a Milano. Ritenendo altamente plausibile che la moto fosse quella utilizzata dallo scassinatore per muoversi, considerato che il fuggitivo avrebbe potuto ritornare a riprenderselo per dileguarsi definitivamente, le pattuglie di Polizia e Carabinieri in stretto contatto hanno continuato a battere la zona .

Infatti alle successive ore 4.35, è giunta un’altra richiesta di soccorso da parte di un uomo che segnalava di aver sentito dei rumori all’interno di un seminterrato di via Introini (a poche decine di metri) e di aver sorpreso un ladro che tentava di introdursi nella sua abitazione. Le pattuglie di Polizia e Carabinieri già allertate e già in zona, immediatamente sono riuscite ad individuare il ladro sfuggito poco prima all’arresto, e dopo un rocambolesco inseguimento attraverso giardini di abitazioni, scavalcando recinzioni cancelli e dopo una violenta colluttazione, hanno arrestato M. E.A. per furto resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Il ragazzo – classe 1992 – è residente in zona con la famiglia, di umili origini. È stato messo a disposizione della Procura della Repubblica di Busto Arsizio che coordina le indagini. Le successive perquisizioni hanno permesso di sequestrare un taglierino che l’arrestato occultava nella tasca dei pantaloni, un piede di porco e una torcia. Sono in corso indagini su altre segnalazioni di tentativi di furto giunte alle centrali operative di Polizia e Carabinieri nella medesima notte.
   

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.