Dottorati di ricerca: cerimonia all’Università dell’Insubria

Venerdì 19 maggio, nell’Aula Magna del Collegio Cattaneo via Dunant 7, a Varese si svolgerà l'assegnazione dei diplomi a 50 dottori

Il collegio dell'Insubria
Chi sono e come vivono gli studenti del campus a Bizzozero

Cinquanta dottori di ricerca dell’Università degli Studi dell’Insubria riceveranno il diploma di Dottorato nel corso di una cerimonia pubblica ufficiale in programma venerdì 19 maggio, alle ore 14.00, nell’Aula Magna del Collegio Cattaneo via Dunant 7, a Varese.

A consegnare i Diplomi di Dottorato del XXVIII e XXIX ciclo dell’Università degli Studi dell’Insubria saranno il Magnifico Rettore, Alberto Coen Porisini, il Direttore della Scuola di Dottorato, Prof. Matteo Rocca e i Coordinatori dei Corsi di Dottorato dell’Ateneo.

Il Dottorato di Ricerca rappresenta il terzo ciclo della formazione superiore e, al contempo, il primo stadio dell’attività di ricerca: il Ministero dell’Università e della Ricerca (MIUR) riconosce, infatti, al Dottorato un ruolo strategico nell’alta formazione delle giovani generazione e nello sviluppo del Paese. Come spiega il professor Matteo Rocca: «L’Università dell’Insubria ha sempre ritenuto cruciale il sostegno al Dottorato di Ricerca – come dimostrato dall’elevato rapporto tra numero di posti disponibili, e in particolare di borse di studio, rispetto alla dimensione del corpo docente che è tra i più elevati a livello nazionale – sia per facilitare la formazione di figure professionali di alto livello che per sostenere le attività di ricerca che si svolgono nei Dipartimenti».

Il programma della cerimonia prevede anche la testimonianza di tre ex dottorandi dell’Università dell’Insubria,  l’avvocato Davide Galimberti (Dottore di Ricerca in Storia e Dottrina delle Istituzioni del XX ciclo) nonché Sindaco della città di Varese, la Dott.ssa Valentina Arosio (Dottore di Ricerca in Fisica e Astrofisica XXIX ciclo) e il Dott. Federico Nicoli (Dottore di Ricerca in Medicina e Scienze Umane XXVIII ciclo) sull’esperienza e sul valore del Dottorato di Ricerca, anche relativamente alla successiva carriera scientifica.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.