“Esco, anzi rientro”: Iannini rimane nella lista Galimberti

Il consigliere ribelle spiega: "Non voglio che la Lega Civica entri in maggioranza"

Lista Galimberti

“In primo momento a caldo anche io avevo pensato di aderire al gruppo misto, ma poi ci ho ripensato”. Colpo di scena al consiglio comunale di Varese. Uno dei quattro consiglieri della lista civica di centrosinistra “Davide Galimberti Sindaco”, Gaetano Iannini, ha fatto dietrofront e ha annunciato che non avrebbe abbandonato il gruppo consiliare con cui è stato eletto nel 2016. Iannini, un civico con un passato in Forza Italia, aveva annunciato, la settimana scorsa, che aveva deciso di staccarsi dalla lista civica e aderire al gruppo misto: i motivi erano legati alla fine dell’esperienza civica e alla irrilevanza della Lista Galimberti. Il suo abbandono aveva fatto scalpore, poiché giunto a pochi giorni dalla scissione di un altro consigliere, Mauro Gregori, che ha costituito il gruppo misto.

Iannini ha però cambiato idea e il motivo è squisitamente politico. Il consigliere in sostanza vuole opporsi all’operazione di creare un gruppetto di maggioranza che porti Stefano Malerba della Lega Civica dentro la maggioranza. Iannini ha detto che l’operazione è nell’aria e che lo stesso sindaco l’avrebbe benedetta dicendo che l’uscita di Gregori dalla lista civica era concordata e che poteva rappresentare un ponte verso le opposizioni. “In questo modo si sarebbe ufficializzato ciò che tutti sappiamo – ha detto Iannini – e cioè che questo qualcuno è già nell’organico della maggioranza, da prima dell’insediamento di questo consiglio comunale. Io non ho mai condiviso questa scelta né lo farò ora”.

Iannini è stato molto critico con il vicesindaco Zanzi, accusato di essere ingenuo perché farebbe finta di non sapere che la Lega Civica di Stefano Malerba è in maggioranza, ma ha anche detto al sindaco che dovrebbe imparare ad ascoltare gli altri e in particolare il dissenso. Iannini dunque rimane in Lista Galimberti ma si proporrà come una alternativa critica e cercherà di coagulare in nome del civismo altre persone intorno a lui.

C’è stato un piccolo battibecco con Malerba che non ha gradito l’intervento, ma quello che resta della vicenda è il tema che Iannini ha posto e cioè il fatto che la componente civica della maggioranza è solo una ruota di scorta.

di roberto.rotondo@varesenews.it
Pubblicato il 30 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.