Firmato in Provincia il primo accordo per risanare il Ceresio

I sindaci di Porto Ceresio, Brusimpiano e Lavena Ponte Tresa hanno siglato questa mattina l'accordo che dà il via all'intervento di limitazione dell'inquinamento del lago

Lago Ceresio - foto di Laura Olivas
La quiete del Ceresio - foto di Laura Olivas da Lavena Ponte Tresa

Un primo importante accordo per il risanamento delle acque del Ceresio è stato siglato questa mattina nella sede della Provincia di Varese dai sindaci dei tre comuni rivieraschi – Jenny Santi per Porto Ceresio, Fabio Zucconelli per Brusimpiano e Massimo Mastromarino per Lavena Ponte Tresa – e dai responsabili dell’Ufficio d’Ambito Ercole Ielmini e di Alfa srl Celestino Cerana.

L’accordo firmato riguarda gli impegni economici per il primo passo del progetto di risanamento, ovvero il rilevamento della situazione e dello stato di salute della rete fognaria dei tre comuni che si affacciano sul Ceresio, il monitoraggio delle portate delle acque che finiscono in fognatura e gli interventi necessari a limitare la portata delle cosiddette “acque parassite”, le acque che inutilmente gravano sul sistema fognario facendolo a volte andare in tilt.

Contestualmente verranno rilevate tutte le situazioni di  scarichi non ancora allacciati alla rete fognaria che finiscono direttamente nel lago.

Il lavoro di mappatura è necessario prima di affrontare gli interventi di adeguamento e sistemazione sulle reti fognarie e i sistemi di trattamento delle acque.

Per l’intervento complessivo, volto a limitare l’afflusso di inquinanti di natura organica e l’eccesso di sostanze nutritive che questi provocano nelle acque del lago, sono stati stanziati circa due milioni di euro: un milione e 92mila euro a carico di Regione, nell’ambito del Patto per la Lombardia, mentre 900mila euro sarà l’impegno sostenuto dai comuni e da Alfa srl.

Tutto il progetto rientra nell’ambito di un accordo transfrontaliero e sarà in parte finanziato con i Fondi Interreg.

 

di mariangela.gerletti@varesenews.it
Pubblicato il 26 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.