Gli artigeni di Varese si presentano a Colletti: così crescono le idee wow

Appuntamento a venerdì 26, alle 18, al Faberlab di Tradate con l’autore del libro “Sei un genio!”. Invia anche tu una breve descrizione della tua idea vincente a Confartigianato Imprese Varese

confartigianato imprese varese generiche

Giampaolo Colletti, giornalista e comunicatore d’impresa, arriva al Faberlab di Tradate – venerdì 26 maggio alle ore 18 – con il suo carico di artigeni. Artigiani e lavoratori dalle idee geniali. Quanti ce ne sono in provincia di Varese? Tanti: per questo chiediamo agli imprenditori dalle idee geniali di inviare una breve descrizione di quello che fanno (massimo 140 caratteri) scrivendo sulla pagina Facebook di Confartigianato Imprese Varese, oppure a davide.ielmini@asarva.org, entro giovedì 25 maggio.

A Colletti il compito di selezionare le idee più brillanti e di farle raccontare dai diretti interessati. L’idea più originale sarà premiata con: una copia dell’ultimo libro di Colletti “Sei un genio!”, un buono per partecipare gratuitamente al corso sul Digital Marketing organizzato da Versione Beta e un’intervista all’imprenditore dall’idea vincente che sarà pubblicata sul magazine “Imprese e Territorio”, sul sito e sui social di Confartigianato Varese.

Le piccole imprese, d’altronde, sono geniali per storia e tradizione imprenditoriale. L’artigiano sviluppa idee che si traducono in prodotti vincenti, sforna progetti che aprono le porte al futuro, ha una visione del lavoro che abbatte stereotipi o pregiudizi.

Ed eccoci allora a Colletti. Intervistato dal giornalista Michele Mancino, questo giovane storyteller venerdì 26 maggio parlerà di quanto è stato bello e formativo viaggiare su e giù per l’Italia, per raccontare 150 storie di artigiani che con i social, il web, la rete, le alleanze (come le chiama lui)hanno cambiato la loro impresa. Ci vuole coraggio, ci vuole l’”idea wow” (quella che fa scattare la molla e che fa la differenza), ci vuole professionalità. Ma, soprattutto, ci vuole perseveranza. Le storie di Colletti sono anche le storie delle tante piccole imprese della provincia di Varese che, giorno dopo giorno, si ingegnano per cercare di migliorarsi continuamente. E che, con l’”idea wow”, danno la svolta alla loro attività.

Dunque “Sei un genio! La rivoluzione degli Artigeni, artigiani e lavoratori dalle idee geniali” (edito dalla Hoepli), non è solo un libro ma una mappa. Una cartina fatta da tanti territori ma da un’unica passione. Quella del piccolo imprenditore che non si stanca mai di inventare quello che fa. Tra una famiglia di pastori sardi che sfrutta la rete per raggiungere i clienti nel mondo e un antiquario che digitalizza la sua libreria, tra due bagnini romagnoli che aprono una spiaggia dog-friendly e un artigiano ceramista poco più che trentenne che non abbandona la sua terra (la Sicilia), c’è ancheB.Y.O. Music di Thomas Brusati, che proprio sul nostro territorio ha fondato la prima piattaforma per la personalizzazione di strumenti musicali.

Nel libro di Colletti abbondano gli esempi di coraggio, dedizione, rischio, creatività ed esuberanza. Imprenditori giovani, o meno, che ci mettono la faccia ma soprattutto le mani e la testa. Così, oggi, rinascono le tipografie degli anni Settanta come quella di Lino e Alessandro. Che a Verona hanno dato vita ad una stamperia con coworking, cartoleria ed e-commerce. Ma poi ci sono il Lego-designer Daniele Benedettelli (con il robot ritrattista Legonardo), Antonio Giarrusso con la sua app sulla matematica (3 milioni di download), papà e figli Del Vecchio che gestiscono la loro calzoleria a Battipaglia tutta in cloud e il sesto negozio lo hanno aperto su eBay. C’è anche Francesca Nadalini, che nel mantovano coltiva angurie e zucche monitorate con tablet e lettore NIR. E la sua impresa esporta, per il 30%, in Inghilterra, Francia, Svizzera, Austria e Germania.

La piccola impresa del passato, oggi, è un’impresa che si deve muovere e si deve far vedere. Con quella genialità che la distingue da tutte le altre.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.