I danni collaterali del gioco d’azzardo: seminario a Palazzo Estense

Sabato 20 maggio, operatori professionali dell'associazione AND metteranno in luce i riflessi della patologia sui famigliari

slot machine
Foto varie

“I Danni collaterali del gioco d’azzardo” è il titolo del seminario gratuito che si svolgerà sabato 20 maggio nel salone Estense di via Sacco a Varese.

L’Associazione AND – Azzardo e Nuove Dipendenze, nell’ambito delle iniziative che si svolgeranno nel weekend della famiglia, mira a mettere in luce un problema ancora assai troppo nascosto. Che il gioco d’azzardo legale sia ampiamente diffuso nel territorio ormai è evidente: ma quali rischi si corrono in famiglia, e chi subisce i maggiori danni?

Se è chiaro ormai che il disturbo da gioco d’azzardo è un fenomeno grave che mina la salute psicofisica del giocatore che ne è afflitto, assai meno evidente è il disagio di chi si trova a vivere di riflesso il comportamento di un congiunto con tutte le sue conseguenze. Quanto e come soffrono i congiunti dei giocatori? Quali costi in termini di benessere, non solo economico, si troveranno a pagare? Sfiducia, menzogne e ricadute, come mineranno la loro stabilità personale e interpersonale?

L’inoltro vuole essere anche un’occasione per interrogarsi andando oltre i contesti di osservazione consueti.

«Alla luce dell’esperienza maturata in questi anni all’interno dell’Associazione AND e nella propria pratica professionale – spiega la dottoressa Daniela Capitanucci – sentiamo forte la necessità di cercare le risposte a queste domande e proprio per questa ragione abbiamo maturato l’idea di proporre un momento di riflessione aperto a tutta la cittadinanza su questi temi, che rappresentano un grave problema emergente, proprio nell’ambito del weekend della famiglia».

I relatori (Daniela Capitanucci, Roberta Smaniotto e Anna Colombo) sono operatori professionali, membri dell’Associazione AND-Azzardo e Nuove Dipendenze, esperti di disturbo da gioco d’azzardo, con numerose pubblicazioni scientifiche e molteplici ore di docenza in contesti socio-sanitari pubblici e privati, nonchè in Università, in Italia e all’estero.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.