I ricercatori del CNR spiegano la dieta mediterranea

Venerdì sera appuntamento per scoprire i segreti della dieta invidiata da tutti che dal 2010 è anche patrimonio dell'Unesco

dieta mediterranea

I ricercatori del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), accompagnati dal noto regista Angelo Caruso, saranno ospiti d’eccezione di “Caffè Letterario – Esperimenti per una nuova cultura” per parlare di “Dieta Mediterranea e progetti educativi”.

Il prossimo 12 maggio alle ore 21 presso la Sala Conferenze del Museo del Tessile di Busto Arsizio sarà possibile ascoltare Roberto Volpe, docente presso l’Università “Sapienza” di Roma e noto collaborare di “Tg2 Salute” e “Medicina 33”, e Rita Bugliosi, giornalista e divulgatrice scientifica presso l’Ufficio Stampa del CNR, nonchè caporedattrice della rivista online l’Ente, parlare dell’interesse scientifico che da diversi anni suscita nei ricercatori di tutto il mondo la nostra amata “Dieta Mediterranea”.

Patrimonio dell’Unesco dal 2010, la Dieta Mediterranea è da anni oggetto di ricerche volte a comprendere come questo piano alimentare riesca a dare benefici così evidenti alla salute di chi lo segue: un’indagine che mira a comprendere come agire al fine di potenziarlo, replicarlo, ma anche come comunicarlo alle nuove generazioni, perché imparino a vivere in modo sano e a gestire il rapporto con il cibo correttamente sin dalla giovane età. In questo ambito, si inserisce la collaborazione del CNR con il regista Angelo Caruso, regista noto per aver diretto filmati istituzionali e d’impatto sociale che sono stati trasmessi anche presso la camera del Senato della Repubblica e gli sono valsi il Nastro d’Argento nel 2013, con lo scopo di creare un progetto che unisca cinema e scienza per educare i ragazzi in età scolare ad uno stile alimentare sano, in grado di prevenire disturbi alimentari o malattie legate alla cattiva alimentazione.

L’incontro si inserisce perfettamente nel calendario di eventi organizzati dall’ Associazione Culturale “Caffè Letterario – Esperimenti per una nuova cultura”: giunto ormai alla sesta edizione, il progetto culturale della psicologa e psicoterapeuta Rosa Versaci, nato per portare cultura e psicoterapia fuori dagli studi e renderla alla portata di tutti, accoglie ancora una volta ospiti di fama internazionale, per portare a Busto Arsizio cultura, informazione ed innovazione. Un progetto culturale che vanta l’appoggio di diverse istituzioni il Comune di Busto Arsizio, il CNR, l’Ordine degli Psicologi della Lombardia, Filosofarti e tante realtà locali. “Quote di Rosa.

“E’ un grande onore ospitare i ricercatori del CNR- afferma la dottoressa Versaci- che rendono, anche quest’anno, prestigiosa la nostra proposta culturale. La collaborazione con il Comune di Busto Arsizio ci ha dato, inoltre, la possibilità di arricchire la serata con una visita al Museo del Tessile ed una mostra fotografica sul cibo.”

Durante la serata, sarà possibile assistere alla mostra fotografica “Cibo, Nutrimento, Emozione, Ricordo” di Valentina Eleonora Colombo. Sarà, inoltre, possibile prendere parte ad una visita guidata del Museo del Tessile, organizzata dai soci dell’ Associazione “Caffè Letterario”: un’occasione per scoprire la storia e le bellezze di uno degli edifici storici più importanti della città di Busto Arsizio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.