Il Car Sharing diventa “a flusso libero” come nelle grandi città

Sharen'go supera il sistema del noleggio in stazione Nord che non ha funzionato e propone le auto in giro per la città che si possono prelevare e parcheggiare ovunque, anche a Milano

car sharing sharen'go
Il sindaco Farioli presenta il car sharing

A quasi 2 anni dall’inaugurazione del sevizio di car sharing, CS Group e il Comune di Busto Arsizio rinnovano l’impegno di promozione della mobilità sostenibile e “cambiano strada” , per superare i limiti di bassa utilizzazione dei veicoli dipeso dal sistema manuale di prenotazione e presa dell’auto in precise fasce orarie diurne e limitato al solo parcheggio della Stazione delle Ferrovie Nord.

Da lunedi 29 maggio la sperimentazione si trasformerà infatti adottando il modello “a flusso libero” (prendo l’auto dove la trovo e la lascio dove mi pare all’interno dell’area operativa) con prenotazione delle auto via smartphone , attraverso le App che usano regolarmente gli oltre 45.000 utilizzatori del servizio a Milano.

Dieci auto bianche dislocate a Busto Arsizio saranno ritirate e sostituite con 5 auto nella classica livrea gialla e nera, dotate della stessa elettronica di geo-posizionamento e noleggio assistito in uso a Milano, Firenze e Roma che circoleranno per le strade di Busto Arsizio – ha dichiarato oggi in presentazione Vittorio Passaquindici, amministratore delegato di Share’ngo Milano.

Dopo Milano, Roma, Firenze e Modena, è Busto Arsizio la prima città dell’Area Metropolitana di Milano a far propria la filosofia di mobilità urbana sostenibile e condivisa di Share’ngo: auto elettriche, a impatto zero, facili e divertenti da guidare, autorizzate a entrare in ZTL con parcheggio facile e gratuito ovunque, non inquinano e decongestionano la città (rumore e spazio).

Le auto di Share’ngo avranno libera circolazione a Busto e parcheggio gratuito. Le corse potranno essere chiuse anche a Milano, raggiungibile attraverso la statale… (non in autostrada).

Gli iscritti al car sharing di Busto – e tutti i cittadini fino al 30/6 – saranno abilitati all’utilizzo del car sharing a flusso libero con la registrazione su www.sharengo.it/signup al costo di 10 € con 30 minuti bonus. Le tariffe del servizio (da 0,22 a 0,28 c/m) saranno le stesse in essere a Milano.

Il Car Sharing a flusso libero di Share’n go

Il nuovo car sharing elettrico a flusso libero (o free floating- cioè con parcheggio e prelevamento libero dell’autoveicolo) ha tra i suoi punti di forza un’automobile elettrica di grandi qualità, prestazioni, comfort e facilità di guida, che i cittadini di Busto Arsizio troveranno in strada sempre pronta all’uso, senza doversi preoccupare della ricarica, che sarà gestita direttamente dalla logistica di Share’ngo.

«La nostra ambizione è trasformare la mobilità urbana elettrica e condivisa  in un’esperienza per tutti, ogni giorno nuova e gratificante»  ha dichiarato Vittorio Passaquindici, amministratore delegato di Share’ngo Milano. «Un’esperienza a cui vogliamo arrivare, anche a Busto, con l’impegno di aziende, enti, esercizi commerciali, associazioni che scelgono la mobilità sostenibile e condivisa e vogliono contribuire a renderla la ’’prima scelta’’ per muoversi in città per i loro dipendenti, clienti, visitatori e soci.

INFORMAZIONI

Area operativa
Gli utenti possono prendere l’auto più vicina a loro individuandone la posizione tramite l’App Sharengo disponibile per Android e IOS. Questa è l’area operativa entro la quale gli utenti possono chiudere la corsa.

È possibile uscire dall’area e mettere l’auto in sosta per il tempo necessario alle commissioni.
Poi l’utente è tenuto a riprendere l’auto e chiudere la corsa entro l’area operativa.

Milano
Le auto Sharengo dislocate a Busto Arsizio fanno parte della flotta di Milano. Pertanto è possibile recarsi a Milano (rigorosamente su Strada Statale in quanto non sono abilitate a percorrere le autostrade) e chiudere la corsa a Milano. Gratis l’ingresso in Area C ed il parcheggio su strisce gialle (residenti) e blu (a pagamento).

Si raccomanda di fare attenzione all’autonomia, che deve avere almeno il 70%. Al ritorno non è necessario riprendere la stessa auto, ma è possibile usare qualsiasi altra auto della flotta di Milano.

Chi è Share’ngo?
Share’ngo è il primo servizio di car sharing elettrico free floating al mondo per numero di clienti e flotta circolante. Nato per dare un forte impulso alla mobilità sostenibile in Europa, il servizio è operativo nelle città di Milano, Firenze, Roma e Modena con oltre 1.500 auto in strada.

Le auto di Share’ngo sono tutto quello che serve in città con il valore aggiunto di un sistema di navigazione urbana e comunicazione a bordo che non ha nessun altro e che suggerisce percorsi, invita ad una sosta intelligente, offre vantaggi e mantiene connessi con quello che avviene a Milano.

Le city car a due posti di Share’ngo (80Km/h, 300 litri di bagagliaio, 100 km di autonomia) hanno le dotazioni di bordo di una vera city car e sono facili e divertenti da guidare – dicono i 45.000 iscritti al servizio a Milano – si prendono dove si trovano e si lasciano dove si vuole, all’interno dell’area operativa.

II servizio è a ‘’flusso libero”, integrato dai parcheggi di prossimità presso 8 Carrefour Market e 28 isole digitali. Le auto sono disponibili sempre in carica con servizio di ricarica gestito e a carico di Share’ngo Milano (CS Milano Srl)

Pratiche e non inquinanti.

Le auto di Share’ngo si prenotano tramite smartphone, pc o tablet, anche dei più diffusi aggregatori (Urbi, Andale e Free2move). Con guida silenziosa e senza emissioni con Share’ngo si può girare tutta la città di Milano, entrare gratuitamente in area C e parcheggiare gratuitamente su strisce gialle o strisce blu

Share’ngo ha oggi a Milano 750 auto ZD in flotta che diventeranno 1.400 entro il 2017 con l’arrivo delle nuove ZD2 con autonomia elevata da 80 a 180 km.   In quasi 2 anni di servizio a Milano, Share’ngo ha contribuito a ridurre significativamente il carico di inquinamento ambientale della mobilità privata con un risparmio di sola CO2 in atmosfera stimato in oltre 450 tonnellate.

Tra questi ricordiamo: i bonus sosta da 30 minuti dei supermercati Carrefour, gli sconti su cinema e teatri offerti dai Mobility Partner di Share’ngo come i teatri Elfo Puccini e Martinitt, e le convenzioni con le palestre del circuito Fitness Network Italia.

Con l’avvio delle novità relative al pagamento dei parcheggi e al car sharing, l’Amministrazione comunale incrementa le attività che favoriscono la mobilità sostenibile, in linea con il Piano d’azione per l’energia sostenibile della Città di Busto Arsizio.

E non è finita qui. Per contribuire a diminuire gli impatti ambientali, sociali ed economici del traffico cittadino, è infatti in fase di sperimentazione un sistema che potrà controllare da remoto i 1.500 parcheggi del centro cittadino, in modo che si possa segnalare in tempo reale agli automobilisti quali sono gli stalli disponibili nelle varie zone, cosa che eviterà agli stessi le estenuanti ricerche del posto libero, con evidenti vantaggi per la qualità dell’aria (e della vita).

Sono inoltre in corso degli studi per migliorare il servizio di bike sharing con modalità estremamente innovative, non ancora introdotte in nessuna città italiana, in partnership con un’azienda leader nel campo dell’innovazione tecnologica. Insomma altri passi avanti verso una città smart, in cui la tecnologia migliora la qualità dell’ambiente e della vita quotidiana dei cittadini.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 19 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mark65

    Invece di queste buffonate rimodulate le tariffe dei cimiteri che sono un furto degno di uno sciacallo. Complimenti alla giunta Antonelli per aver sputtanato i partiti di Forza Italia e Lega e i suoi brillanti elettori.