Il centrosinistra: “Doverose le dimissioni del sindaco”

La richiesta dei Democratici Uniti, l'opposizione lonatese che aveva sollevato nei mesi scorsi anche la questione della rimozione della comandante dei vigili

lonate pozzolo

È stata una giornata complessa e tesa a Lonate Pozzolo. Dopo l’indagine della Procura di Busto, il Comune esce praticamente decapitato: senza sindaco, senza segretario comunale, senza comandante della Polizia Locale (questi ultime due mancanze sono condivise anche con altri Comuni, dove prestavano servizio gli indagati).

In attesa di capire cosa avverrà in municipio, un primissimo commento arriva dalle file dell’opposizione: «È presto per fare valutazioni esatte, nei prossimi giorni faremo sicuramente una dichiarazione più approfondita» premette Luca Perencin, dalle file dei Democratici Uniti (il centrosinistra locale). «Abbiamo già suggerito le dimissioni del sindaco, che riteniamo doverose visti gli elementi. È poi grave anche il coinvolgimento del segretario comunale, che avevamo criticato in alcune occasioni».

I Democratici Uniti hanno anche il merito di aver sollevato, pochi mesi fa, la questione dell’anomalo demansionamento della comandante della Polizia Locale Maria Cristina Fossati, uno dei «funzionari con la schiena dritta» che hanno pagato di persona ma hanno anche contribuito a far emergere il malaffare.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.