“Il mondo di Annah” in scena all’Apollonio

Il musical sarà in scena il 26 maggio, alle 21 ed è stato scritto per essere interamente recitato, cantato e ballato da bambini

foto coro bambini luino
foto coro bambini luino

Dopo il “debutto”, la settimana scorsa, a Gallarate, città in cui il musical è andato in scena per la prima volta riscuotendo notevole successo, “Il mondo di Annah” si prepara a tornare a Varese, dove sarà rappresentato venerdì 26 maggio, alle 21, al Teatro Openjobmetis” di piazza Repubblica (biglietti in vendita presso il negozio Varese Dischi, in Galleria Manzoni 3, e in teatro la sera dello spettacolo, a partire dalle 19,30).

Un coro di voci bianche per i bambini che non ce l’hanno fatta, questo lo spirito del musical nato da un’idea di Veruska Mandelli, pianista diplomata al conservatorio di Milano, e scritto per essere interamente recitato, cantato e ballato da bambini di età compresa tra i 7 e i 16 anni.

Un progetto che, grazie ad Angela Ballerio, insegnante di coro di voci bianche presso il Liceo Musicale di Varese oltre che madre di Margherita e Giacomo, quest’ultimo scomparso nel 2005 a soli 12 anni per un linfoma “Non-Hodgkin”, si ripropone quest’anno per la sua terza edizione, dopo il grande successo riscosso nel 2015 e 2016, per sostenere il Day Hospital voluto e creato dalla Fondazione Giacomo Ascoli Onlus.

Perché la storia di Annah, una bimba che fugge dagli orrori della guerra, arriva in Italia clandestinamente ma con un tale trauma emotivo da non riuscire a parlare, è la storia simbolo di una fascia d’età, quella dei protagonisti, che spesso intreccia disagio, solitudine, mancata accettazione del diverso, difficoltà di inserimento nel gruppo, a valori di rivalsa che possono tradursi nella capacità di raggiungere obiettivi importanti, quando il cuore si mette di mezzo e insegna l’umiltà di ammettere i propri errori, di riconoscere i propri limiti, l’importanza del perdono e la possibilità di realizzare i propri sogni.
Lo spettacolo si avvale di Andrea Chiodi per la regia, Lilly Maffei per la recitazione, Angela Ballerio che dirige il coro di voci bianche del Liceo Musicale di Varese, in collaborazione al maestro coreografo Emanuele Michelon, ed Elena Altemani per l’accompagnamento al piano. Così andranno in scena parole, musica, danza, canto, grazie ai bambini e per i bambini, dato che il ricavato di entrambe le serate sarà interamente devoluto a favore del Day Hospital onocoematolgico pediatrico della Fondazione Giacomo Ascoli Onlus, costituita nel 2006 in sua memoria, con lo scopo principale di migliorare la qualità della vita dei bambini affetti dalla malattia e delle loro famiglie, nonché per sostenere la ricerca scientifica per lo studio e la cura dei linfomi in campo pediatrico.

Il costo del singolo biglietto è di 15,00 euro per gli adulti e 10,00 euro per gli Under 25.
Per maggiori informazioni contattare la Fondazione Giacomo Ascoli al numero 0332.232379.
La Fondazione Giacomo Ascoli si prepara inoltre all’importante appunto del prossimo 11 giugno, quando a Villa Tatti Tallachini di Comerio sarà allestita, dalle 10 alle 21, la terza edizione de “L’Oasi dei piccoli Principi”, un’intera giornata per bambini e famiglie sempre dedicata alla raccolta di fondi per sostenere le attività del Day Hospital oncoematologico pediatrico dell’Ospedale del Ponte di Varese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.