Il musical? Me lo guardo al convento

L’appuntamento sabato 10 giugno dai Passionisti andrà in scena “Il Sogno di Giuseppe” nel corso di un open day per far conoscere la struttura

Avarie
Foto varie

Il monastero su Facebook. Le camere a disposizione per vacanze. E il musical al Santuario di Santa Maria del Sasso

Succede dai Passionisti di Caravate, dove il prossimo 10 giugno si potrà assistere a “Il Sogno di Giuseppe” messo in scena dalla Compagnia teatrale Insieme in Allegria nel corso di un’intensa giornata messa a punto con l’obiettivo di far conoscere questo luogo.
Una giornata in cui si potrà fare anche una visita guidata dello storico convento (la prima notizia certa della chiesa è in un documento del 1159) e della mostra iconica sulla vita di San Paolo. Prima o dopo si va a zonzo nell’enorme parco circostante tra orti, pecore, capre, galline e anatre. Sino all’alveare: chi vuole potrà assistere alla smielatura. E non solo.

Dalle ore 14 in poi saranno allestiti diversi stand creativi per ascoltare a richiesta, tipo juke-box, canzoni suonate alla chitarra, partecipare all’ideazione di un mega poster dove ognuno potrà scrivere il suo pensiero, gustare un apericena (su prenotazione e a offerta libera).

Dulcis in fundo, alle 20.30 ecco il musical Il Sogno di Giuseppe, liberamente tratto dalla commedia musicale di Pietro Castellacci e Giampaolo Belardinelli e messo in scena dalla Compagnia teatrale Insieme in Allegria.

Ebbene sì, anche i religiosi si evolvono al passo con questi tempi improntati sulla socialità. E i Passionisti di Caravate si sono tecnologicamente organizzati con il sito web e i principali social.

Attualmente sono una decina i missionari Passionisti che vivono nell’antica struttura mistica di Caravate e si definiscono “la famiglia passionista”. Padri spirituali con alle spalle tanta esperienza di vita, nelle missioni africane o bulgare, oltre che nell’ambiente educativo, e con molte storie da raccontare.

E dispongono di ampi spazi, interni ed esterni, da dedicare all’accoglienza: una ottantina di camere e un parco scenografico.
Così, affiancati da un gruppo di volontari laici, i Passionisti via via hanno pensato di aprire sempre più le porte al pubblico per far conoscere la loro idilliaca realtà e condividere il benessere interiore con chi lo desidera.

I missionari Passionisti di Caravate ospitano a ciclo continuo studenti che han bisogno di concentrazione per preparare gli esami, come pure meeting e convegni aziendali nel salone principale. Ma è ben accetto chiunque voglia fermarsi un attimo a riflettere, a ritemprarsi psicofisicamente, oppure abbia bisogno di essere accompagnato e sostenuto in un momento di crisi personale o di coppia.

L’open day di sabato 10 giugno è solo l’inizio di un percorso. Parecchi infatti i progetti socioculturali in cantiere e chissà, magari un giorno e con l’aiuto di tutti questa oasi di pace si trasformerà in un altrettanto pacifico ecovillaggio.

Il monastero Santa Maria Del Sasso, casa spirituale dei Missionari Passionisti, si trova in via San Paolo Della Croce 1, a Caravate (VA)
www.passionisticaravate.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.