Il nuovo servizio di Primo Ascolto vittime di violenza

Il Centro“Centro di Ascolto” è gestito da ventotto operatori formati, da un coordinatore ed un referente spirituale, don Gian Luigi Bollini

Avarie
Foto varie

L’Associazione “violeNza dOnna” ed il “Centro di Ascolto Isa Meardi” di Cuveglio, in seguito anche al parere favorevole ed al plauso della Giunta Comunale del Comune di Cuveglio, lavoreranno in sinergia per offrire un servizio di orientamento e primo ascolto alle vittime di violenza e di sensibilizzazione culturale contro la violenza sulle donne .

Il fenomeno della violenza sulle donne è in costante aumento: le vittime di femminicidio nei primi quattro mesi del 2017 sono arrivate alla cifra di ventisei. Numeri inaccettabili.

Per arginare questa costante crescita, occorre un’azione capillare e locale quanto più possibile incisiva e capace di intercettare il disagio.

Per queste ragioni l’Associazione “violeNza dOnna” collaborerà con il “Centro di Ascolto Isa Meardi” in uno spazio libero, dove poter incontrare persone preparate ad ascoltare, garantendo disponibilità nella massima riservatezza.

Il centro offre la possibilità di esprimere liberamente il proprio disagio ed i propri bisogni in un clima di accoglienza, offrendo aiuto per orientarsi e cercare percorsi personali di uscita dalla violenza e secondo i tempi richiesti; garantisce il sostegno concreto per contattare gli Enti preposti competenti, che possono rispondere alle specifiche richieste; individua le informazioni necessarie per utilizzare i servizi già operanti sul territorio; si attiva per aiutare le donne ad individuare un eventuale percorso professionale lavorativo, aiutandole anche nella stesura dei curriculum; si mette a disposizione per il trasporto e l’accompagnamento delle donne presso il Tribunale di Varese, dove è ora attiva la “Stanza dell’Acquario”, uno sportello gestito da legali del Tribunale, dove si possono chiedere specifiche e dettagliate informazioni.

Il “Centro di Ascolto Isa Meardi” è inserito in una rete di collaborazione con Parrocchie, Istituzioni, Servizi Sociali del Territorio, Servizio Minori; relazioni sono inoltre stabilite con le Scuole, le Cooperative, le Associazioni, il CAT (Centro Alcolisti in Trattamento), le Forze dell’Ordine.
L’Associazione “violeNza dOnna” partecipa al Tavolo “Educativa di Strada Sviluppo di Comunità”, che permette di monitorare ed intervenire nelle situazioni di disagio delle fasce giovanili ed intercettarne i bisogni. Da circa un anno il Centro di Ascolto è attivo anche sul fronte dell’emergenza profughi, collaborando attivamente con Agrisol, la cooperativa braccio operativo della Caritas diocesana comasca, e dell’emergenza lavoro.
Dispone di uno sportello psicologico e di personale Consulente Acli, accreditato presso il tribunale per seguire le pratiche di rendicontazione degli amministratori di sostegno.

Il “Centro di Ascolto” è gestito da ventotto operatori formati, da un coordinatore, Lella Guelfi, ed un referente spirituale, don Gian Luigi Bollini.

ORARI CENTRO DI ASCOLTO

Martedi 15 _18
Giovedi 9_12
mercoledi 9_12 sportello psicologico tel 0332651815

SPORTELLO PRIMO ASCOLTO VIOLENZA

Su richiesta al numero 3331335908 Roberta Donati 3404858839 Monica Borsa.
Mercoledì pomeriggio in concomitanza con l’apertura dello sportello legale presso il Tribunale di
Varese l’Associazione violeNza dOnna si rende disponibile ad accompagnare le donne che ne facciano richiesta presso detto sportello del Tribunale .

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.