Il ruolo dei Caregiver, se ne parla in Piazza Madama

L'evento è in programma mercoledì 10 maggio alle 11.30 su iniziativa della Senatrice bustocca Laura Bignami e del senatore Aldo Di Biagio

caregiver familiare

Nella Sala “Caduti di Nassirya“ del Senato, in Piazza Madama, su iniziativa della Senatrice bustocca Laura Bignami e del senatore Aldo Di Biagio è in programma mercoledì 10 maggio alle ore 11.30 la conferenza stampa “Il ruolo dei Caregiver: tra diritti negati e silenzio dello Stato”. I Caregiver Familiari sono persone che, in sostituzione di uno Stato colpevolmente assente, si prendono cura in ambito domestico dei cari non autosufficienti a causa di severe disabilità.
Nel corso della mattinata, oltre ai Senatori che hanno promosso la conferenza stampa, interverranno Maria Simona Bellini, Presidente del Coordinamento Nazionale Famiglie Disabili (l’organismo maggiormente rappresentativo dei Caregiver Familiari italiani), il Sen. Maurizio Sacconi, Presidente della Commissione Lavoro in Senato, il Sen. Giuseppe Pagano, relatore della discussione normativa nella stessa Commissione, e i primi firmatari di altri Disegni di Legge sull’ argomento quali il Sen. Ignazio Angioni e la Sen.ce Cristina De Pietro.
Per cercare di accelerare la discussione del succitato Disegno di Legge n. 2128, l’unico che prevede reali sostegni e tutele per la categoria, dalle ore 9:00 alle ore 13:00 in Piazza della Rotonda (vicino al Pantheon), i Caregiver Familiari provenienti da ogni regione italiana si riuniranno e faranno una manifestazione. Sempre a sostegno dell’iter legislativo è anche in atto da diversi mesi la campagna #unaleggesubito alla quale hanno finora partecipato, con una propria foto a sostegno, oltre 6.000 cittadini italiani.

Negli ultimi 20 anni nessun Governo ha mai investito qualcosa sulle attività di cura svolte dai Caregiver Familiari e così ad oggi non c’è una Legge specifica che li tuteli e li sostenga nel loro importantissimo compito. Tutti gli altri Paesi dell’area occidentale, inclusi quelli dell’Unione Europea, hanno ben compreso che tutelarne la salute, il riposo, la vita sociale e la realizzazione personale – ossia i diritti umani fondamentali – equivale a sostenere in modo importante il welfare di ogni nazione.
A causa di questo vuoto legislativo sull’ argomento, sono già state avviate procedure internazionali in Commissione Europea – che ha concesso la procedura d’urgenza ad una specifica petizione firmata da oltre 40.000 persone – e all’ONU, attraverso un ricorso che condanna l’Italia per il mancato riconoscimento dei Diritti Umani dei Caregiver Familiari italiani.

L’Italia su questo tema sociale è infatti ancora una volta fanalino di coda, nonostante in Commissione Lavoro al Senato sia in discussione un Disegno di Legge, il n.2128, a prima firma Sen.ce Laura Bignami e cofirmato da quasi 100 Senatori, appartenenti a diversi schieramenti politici, perché il Parlamento italiano è perfettamente cosciente della necessità di trovare una soluzione politica all’ annoso problema.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.