Il vicesindaco Zanzi: “Se Gregori porta Malerba, esco io”

L'assessore alla polizia locale condana la spaccatura in maggioranza e avverte che il suo movimento uscirà dalla giunta se cambieranno i confini politici a Palazzo Estense

Varese 2.0
Daniele Zanzi

L’allargamento della maggioranza in comune, anche se solo ipotetica, fa arrabbiare il vicesindaco Daniele Zanzi. Che avverte il sindaco Galimberti: “Non sarebbero tollerabili operazioni trasformiste in stile prima repubblica – osserva Daniele Zanzi – se il consigliere Gregori ha creato un suo gruppo consiliare perché vuole portare in maggioranza la Lega Civica, io uscirò dalla giunta e il nostro movimento civico Varese 2.0 abbandonerà immediatamente la maggioranza”.

“Altro che operazioni per il bene della città!” dice. Zanzi è infuriato e quanto sta avvenendo a Varese, in queste ore, lo fa sospettare che si voglia aprire una nuova stagione politica in cui giravolte e cambi di casacca possano sovvertire lo spirito civico e di cambiamento radicale degli albori. Zanzi è stato netto anche con il sindaco Galimberti, e non ne fa mistero: “Non ho condiviso assolutamente il suo comunicato, che ho letto sui giornali, in cui ha speso parole positive verso Mauro Gregori che ha cambiato gruppo pur rimanendo in maggioranza. Non capisco chi abbia messo in bocca al sindaco quelle parole”.

Il vicesindaco ritiene sbagliato che si dia un riconoscimento a chi, come Gregori, ha spaccato la lista civica Galimberti Sindaco. Zanzi è allarmato da un passaggio del comunicato di Davide Galimberti, in cui il sindaco afferma che si può aprire una nuova stagione politica rispetto alle divisioni della campagna elettorale e che il nuovo gruppo di Gregori potrà coinvolgere anche le opposizioni. “Non voglio neanche pensarci – osserva il vicesindaco di Varese 2.0 – parliamoci chiaro, qui stiamo parlando di un cavallo di troia per la Lega Civica e non di altri. Spero non sia così. Noi l’ingresso di Malerba in maggioranza o in un gruppo tipo quello di Gregori non lo vogliamo. Punto. Nessuna nuova stagione, le opposizioni rimangano tali. L’ho detto anche in giunta a Galimberti. Siamo stupiti e vogliamo credere che il gesto di Gregori rimanga solitario e senza altre manovre”.

Ma i segnali che le cose si stiano muovendo ci sono, eccome. Uno. Stefano Malerba dichiara che per ora rimane al suo posto, ma sul futuro non smentisce. Due. Gregori scrive nel suo manifesto che spera di poter accogliere nel gruppo anche altri consiglieri. Tre. Il sindaco apre alle opposizioni.
Risultato: tutti saltano sulle sedie. Tommaso Piatti della Lista Galimberti si schiera contro le operazioni di potere e riceve l’applauso di Zanzi (“Bravo, ha fatto bene”). A conti fatti l’operazione di Gregori ha creato divisioni e sospetti nel centrosinistra, generando anche un conflitto aperto tra sindaco e vicesindaco proprio sulla figura di Gregori, che Zanzi ritiene oramai troppo ambigua: “Vedremo da che parte sta – ammonisce – ma stiamo parlando di un consigliere che, per tanto tempo, ha cercato di imporci le sue idee senza peraltro averne le competenze”.

Daniele Zanzi ammette che anche in Varese 2.0 la vicenda sta creando discussioni: “C’è dibattito, forse parleremo con un comunicato. Un movimento come il nostro, Varese 2.0, ha radici profonde e non nasce solo come cartello elettorale, questo deve essere chiaro”.

I NUMERI IN CONSIGLIO COMUNALE

Maggioranza: 13 Pd, 3 Lista Galimberti, 2 Varese 2.0, 1 Varese città ideale, 1 Progetto Concittadino, 1 sindaco

Opposizione: 4 Lista Orrigoni, 3 Forza Italia, 3 Lega Nord, 1 Lega Civica Malerba sindaco

di roberto.rotondo@varesenews.it
Pubblicato il 18 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.