“Gli uccelli” di Aristofane con l’Accademia Teatro Franzato

In scena la commedia \"Gli uccelli\" di Aristofane con il Gruppo Giovani & Adulti dell\'Accademia Teatro Franzato
In scena la commedia \"Gli uccelli\" di Aristofane con il Gruppo Giovani & Adulti dell\'Accademia Teatro Franzato

Domenica 14 maggio e in replica domenica 28, alle 21.00, andrà in scena al Teatro “Gianni Santuccio” il Gruppo Giovani & Adulti dell’Accademia Teatro Franzato (sede di Varese), con la commedia di Aristofane “Gli uccelli” diretta dal regista pedagogo Paolo Franzato.

Il merito della commedia “Gli uccelli” di Aristofane risiede nel suo essere eternamente attuale, perché rappresenta i sogni dell’uomo di sempre. Il tema trattato, infatti, è quello dell’individuo che vuole fuggire dalla propria città, perché essa è troppo corrotta.

Egli cerca così scampo – nemo sua sorte contentus, diceva Orazio – in un mondo “puro”, ma, inconsapevolmente, egli finirà per votarlo allo stesso triste destino della sua patria di origine: la commedia dimostra, dunque, la futilità di ogni utopico desiderio umano.

Non è stupefacente, allora, che un’opera di questo genere possa non solo godere ancora oggi del favore del pubblico, ma anche essere riportata sulle scene in una riduzione brillante e moderna, nei dialoghi, nei costumi, nelle musiche. Per questo motivo l’adattamento drammaturgico del regista Paolo Franzato concentra l’attenzione sul senso più profondo della commedia e sulle strategie interpretative.

Come ad esempio la scelta di sdoppiare il personaggio di Pistetero, in un doppio (Piste & Tero), maschile e femminile, che ne amplifica le intenzioni e il folle progetto che prevede la costruzione di un’enorme città degli uccelli nel cielo, per impedire che i fumi dei sacrifici degli uomini arrivino agli Dei, che se ne nutrono.

I volatili, come è logico, aborriscono gli umani, i quali (con Evelpide) riescono però a farsi accettare grazie alla mediazione dell’Upupa, che, secondo il mito, era in origine un uomo (il re di Tracia Tereo), trasformato poi in un uccello. Questo “mondo alternativo” – che corrisponde al topos della commedia della “evasione totale” – inizia presto ad andare nuovamente stretto ai tre protagonisti: perché accontentarsi di pace e di riposo, quando si potrebbe ottenere il dominio del mondo intero? Da qui abbiamo l’apparizione del grande Coro degli Uccelli, con la partecipazione del numeroso cast di allievi-attori del Gruppo Giovani & Adulti della 22^ edizione dell’Accademia Teatro Franzato di Varese (la prima e la più longeva scuola teatrale varesina), i quali hanno individualizzato le caratteristiche di specie, razza, verso e movimento dei volatili, personaggi che nella scena sono dapprima titubanti, ma, quando viene ricordato loro che furono i più antichi abitanti del mondo, ogni resistenza è vinta ed inizia la grande costruzione. Prosegue quindi una carrellata di curiosi personaggi, che si susseguono con bizzarre personalità, rendendo più incisiva e comica l’intera opera.

“GLI UCCELLI”: CHI PARTECIPA

Gli allievi attori sono Matteo Albergoni, Claudio Baldrati, Federico Bano, Emanuele Cariati, Antonio Casamassima, Devis Ferrara, Lorenzo Mantriota, Marika Merani, Alessandro Motta, Thomas Pedotti, Rachele Pesavento, Marco Rodio, Tiziana Rovera, Elena Scianna, Elisa Strada, Riccardo Trovato, Alberto Vezzoli, Tommaso Vittorio. I costumi sono stati realizzati dagli allievi di 4^G Scenografia del Liceo Artistico “Frattini” di Varese (Elena Baggiani, Clarissa Bianchi, Ilaria Bonvino, Giovanni Borrelli, Nicole Brazzorotto, Aurora Cicala, Gloria De Giorgi, Francesca Di Carluccio, Clara Favata, Marta Ghidini, Noemi Grimaldi, Agustina Lenardon, Tina Matasari, Thomas Pedotti, Camilla Porrini, Lorenzo Prestera, Stefania Ruberto, Aurora Tiepolo) coordinati da Ignazio Campagna e Valerio Marcello Parola.

Trucco & parrucco di Marcella Magnoli e Roberta Terzaghi, le riprese video e il montaggio a cura di Devis Ferrara. Assistente alla regia Riccardo Trovato, aiuto regia Marco Rodio, adattamento, musiche e regia di Paolo Franzato.

Il festival è realizzato con la collaborazione del Comune di Varese e i patrocini della Provincia di Varese e dell’Università degli Studi dell’Insubria.
Sito web: www.franzato.it
Social: www.facebook.com/TeatroFranzato
https://twitter.com/TeatroFranzato

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 maggio 2017