Italian Raid Commando ringrazia la Valceresio

All'indomani della tre giorni organizzata a Bisuschio da Unuci, l'Unione nazionale ufficiali in congedo d'Italia, gli organizzatori tracciano un bilancio totalmente positivo

Bisuschio - italian raid commando 2017

Grande soddisfazione per gli organizzatori e i partecipanti della 31esima edizione di Italian Raid Commando,  e grandi ringraziamenti per Bisuschio, Varese e la Valceresio che ancora una volta hanno contribuito all’ottima riuscita della manifestazione.

All’indomani della tre giorni organizzata a Bisuschio da Unuci, l’Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia, gli organizzatori tracciano un bilancio totalmente positivo.

“Partecipazione, meteo, organizzazione, trasporto, pasti, cerimonie, tutto è andato come previsto – scrivono i responsabili dell’Unuci Lombardia – Grazie a tutti i concorrenti per essere stati parte di questo evento, a tutte le Autorità che hanno onorato la nostra sfilata e la premiazione con la loro presenza. Grazie agli amici svizzeri che hanno gestito la gara di tiro e a tutta l’organizzazione che ci ha aiutato nella logistica (la scuola Isis Valceresio, l’Associazione Nazionale Alpini di Bisuschio, l’Amministrazione comunale di Bisuschio Comune), nelle comunicazioni (CISOM Lombardia), nella gestione sanitaria (distretto di Varese Croce Rossa Italiana), nella gestione della parata (Comune di Varese, Assoarma Varese, Polizia locale di Varese),  e gli sponsor (Benelli, Pro.Com, Secondskin, TFC, Acque Norda)”.

La manifestazione ha visto in campo cinquanta squadre da Belgio, Francia, Germania, Inghilterra, Italia, Lettonia, Olanda, Polonia, Spagna, Stati Uniti e Svizzera.

La 31esima edizine di Italian Raid Commando “Trofeo Ministro della Difesa” è stata vinta da Double Pomme SDP , dalla Svizzera.

Sul sito di Unuci Lombardia saranno a breve pubblicate tutte le classifiche.

 

di
Pubblicato il 29 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.