La Madonna Pellegrina fa tappa in Regione

Nel Centenario di Fatima, la Madonna Pellegrina accolta a Palazzo Pirelli. Il presidente Cattaneo: “Un momento significativo di riflessione e di preghiera per la pace nel mondo”

Avarie

Nel Centenario del culto mariano di Fatima, la Madonna Pellegrina è stata accolta dalla città di Milano con una sosta a Palazzo Pirelli.

Aprendo le cerimonie milanesi che si terranno per tutto il giorno in Duomo,  in occasione del Centenario della prima apparizione della Madonna a Fatima, avvenuta il 13 maggio 1917, questa mattina si è svolto un breve incontro sul piazzale del Pirellone con il Presidente del Consiglio regionale  Raffaele Cattaneo, che nel pomeriggio parteciperà anche alla Messa in Duomo alle 17.30, e i Consiglieri regionali Marco Tizzoni ed Enrico Brambilla.

Erano presenti don Vittorio De Paoli, Assistente nazionale dell’Apostolato Mondiale di Fatima, e monsignor Luca Bressan, Vicario Episcopale per la Cultura, la Carità, la Missione e l’Azione sociale della Diocesi di Milano, che ha condotto un momento di preghiera.

Dopo i saluti e la devozione di una cinquantina di persone raccolte in preghiera, l’Effigie della Madonna di Fatima è partita verso il Duomo di Milano, per un’intensa giornata di celebrazioni che si concluderà con uno spettacolo sul sagrato.

“È particolarmente significativo che questo momento di preghiera e riflessione abbia coinvolto anche il Consiglio regionale della Lombardia – ha detto Cattaneo – Il messaggio di Fatima è semplice: ricordare a tutti gli uomini la novità radicale iscritta nelle pagine del Vangelo. La potenza di questa effigie sacra mobilita le coscienze degli uomini alla ricerca di Dio e al cambiamento. Un messaggio che oggi, a 100 anni dell’apparizione, vogliamo rilanciare alla nostra società e, soprattutto, nella ricerca di pace e nella tensione continua verso il bene comune”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.