La Rasa si prepara ad accogliere gli scout

No, non mangiano insetti e il loro scopo non è far attraversare la strada alle vecchiette. Ecco come le "Volpi" del Lago di Varese 7 raccontano gli scout. Ritrovo annuale il 20 e 21 maggio

Gli scout pronti per il raduno alla Rasa

Si chiama Monica ed ha 15 anni. Fa parte del gruppo scout Lago di Varese 7. Ha contattato la redazione per chiederci di pubblicare la notizia del loro raduno annuale, ma non solo. Vorrebbe che nell’articolo si facesse cenno allo “spirito” scout, quello che li rende unici, amati e a volte derisi.
“Abbiamo fatto un piccolo sondaggio – racconta Monica – Gli intervistati, 250 di tutta la provincia, hanno risposto con elogi e anche con qualche scherno. Abbiamo riassunto il tutto in un articolo e ci farebbe assai piacere se venisse pubblicato visto, che nel weekend alla Rasa ci saranno scout provenienti da tutta la provincia, circa 300″.

Galleria fotografica

Gli scout pronti per il raduno alla Rasa 4 di 18

Ecco qua Monica e viva gli scout 

——

Il weekend del 20-21 Maggio circa 200 scout Agesci si ritroveranno nella Villa Cagnola della Rasa dove si terrà l’annuale incontro del San Giorgio patrono degli scout. In occasioni di questo evento noi, la squadriglia Volpi del gruppo Lago di Varese 7 la cui sede è ubicata all’oratorio di Buguggiate, abbiamo deciso di fare un sondaggio d’opinione. Tramite Google docs abbiamo compiuto un’indagine volta a comprendere cosa pensasse la gente dello scoutismo.
Ci sono pervenute innumerevoli risposte da una campionatura eterogenea di 250 intervistati. Gli esiti ottenuti sono davvero contrastanti: da una parte ci sono l’ammirazione e gli elogi e, dall’altra, gli scherni e i pregiudizi.
Visto che i luoghi comuni fondati su false credenze sono parecchi abbiamo deciso di scrivere una sorta di vademecum sugli scout.
Gli scout, come tanti affermano, hanno a cuore il bene comune. Essi sono disponibili all’aiuto verso il prossimo e crescono con una mentalità maggiormente incline alla collaborazione e all’essenzialità. Inoltre, come affermano molte persone che in passato ne hanno fatto parte, essere scout rende eclettici, sviluppando abilità di Problem Solving assai utile alla nostra mutevole società. Ne è testimonianza il fatto che molte persone famose nella loro infanzia sono stati “lupetti” tra i quali ricordiamo: Jovanotti, Dario Argento, Paola Barale, Pippo Baudo, Matteo Renzi, Gianluca Vialli, Guglielmo Marconi, Matteotti, Bill Gates, e Neil Armstrong primo uomo sulla luna.

Per concludere vogliamo sfatare alcuni miti: gli scout non mangiano insetti, non fanno attraversare le vecchiette, non vendono biscotti porta a porta, e non lottano tutti i giorni per la sopravvivenza. Invece sono cittadini del loro tempo disposti a rimboccarsi le maniche per, come insegna Baden Powell (fondatore), lasciare il mondo migliore di come si è trovato.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 maggio 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Gli scout pronti per il raduno alla Rasa 4 di 18

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.