Le mamme e Amor, in festa il 14 maggio ad Angera

Tre mesi dopo la riapertura del Punto nascite e del reparto di Pediatria, chiusi a dicembre 2016, le mamme del presidio si sono costituite in associazione: dalla protesta, ora, si lavora alle proposte per far vivere e crescere l’ospedale di Angera

varie
foto varie di eventi vari

Le mamme e i tanti volontari di Amor, l’Associazione Mamme per l’Ondoli in Rinascita verrà presentata ufficialmente domenica 14 maggio, in una grande giornata di festa promossa in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Angera, il Comitato genitori,  l’Associazione Prologo e I love Angera.

Tre mesi dopo la riapertura del Punto nascite e del reparto di Pediatria, chiusi a dicembre 2016, le mamme del presidio si sono costituite in associazione: dalla protesta, ora, si lavora alle proposte per far vivere e crescere l’ospedale di Angera e, in particolare, i servizi per le mamme e i bambini di un’area di quindici comuni.

In piazza Garibaldi, ad Angera, sul pratone che fu teatro di manifestazioni di solidarietà e protesta per l’ospedale, domenica 14 si festeggerà tutto il pomeriggio. La festa delle mamme (e dei tanti volontari che si sono impegnati a favore dell’Ospedale Carlo Ondoli) sarà occasione per ricordare quanto accaduto lo scorso inverno, con una mostra e una raccolta di testimonianze, ma ci saranno anche tanti momenti di festa e svago per grandi e piccini. L’associazione Amor presenterà i primi progetti che verranno sottoposti all’Asst Valle Olona, in particolare, per migliorare il reparto di Pediatria e il Punto nascite: piccole, ma preziose, migliorie, di fatto già finanziate da donazioni di volontari, in attesa di approvazione da parte dei dirigenti ospedalieri.

A termine giornata, alle 18, nella sala civica presso il Museo Archeologico l’associazione Amor presenterà ufficialmente i suoi obiettivi e le cariche del consiglio direttivo in un’assemblea pubblica. L’associazione Amor è oggi ufficialmente un’associazione di volontariato Onlus, grazie al paziente lavoro di tante persone che, dopo aver presidiato l’ospedale di Angera, si sono resi disponibili a continuare a lottare per difendere i Reparti di Pediatria e Maternità, che oggi funzionano nuovamente, in totale sicurezza, ma che necessitano di progetti e migliorie per garantirne il futuro.

«Associarsi ad Amor vuol dire unire le forze con chi vuole difendere i servizi per le famiglie e la sanità pubblica sul territorio: vi aspettiamo!».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.