Varese News

Lettera anonima contro gli appalti al Molina

Qualcuno critica la decisione del commissario di effettuare bandi pubblicati sul sito internet

Molina commissario Pallino

Non c’è pace attorno alla Fondazione Molina: oggi sono giunte in Comune e alle redazioni di alcuni giornali alcune lettere anonime in cui, in sostanza, si accusa il commissario Carmine Pallino di voler destabilizzare l’ambiente lavorativo a causa della decisine di mettere a bando di gara i servizi di fornitura, in particolare quelli infermieristici e il bar della fondazione stessa. La lettera non è firmata ma lamenterebbe il fatto che, fino a poco tempo fa, questi servizi non avevano una evidenza pubblica con un bando, ma secondo gli estensori della lettera in questo modo si viveva meglio dentro la Fondazione.

Il Commissario Pallino però si difende e conferma la sua scelta: “I bandi danno maggiore trasparenza – osserva- in questo modo possiamo anche togliergli il dubbio sul fatto che certi servizi possano essere pagati eccessivamente. Ma se la preoccupazione è quella del posto di lavoro, va detto che al Molina lavorano sia cooperative che studi associati. Per quanto riguarda le prime, la normativa prevede che i vincitori dei bandi possano assumere i dipendenti delle cooperative che hanno perso il lavoro. La normativa non lo prevede per i liberi professionisti, ma ho chiesto agli studi associati la possibilità di riallocare i professionisti anche nel loro caso per garantire una certa continuità nel personale”.

L’incarico del Commissario regionale terminerà a fine maggio, ma molto probabilmente la Ats Insubria prorogherà la sua permanenza almeno fino a quando non saranno portati a termine i bandi (la cui operatività è prevista tra giugno e ottobre).

di roberto.rotondo@varesenews.it
Pubblicato il 09 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.