M5S, “Il difensore civico non è un poltronificio”

"Carlo Lio, nome caro a Forza Italia, per il M5S era incandidabile e ineleggibile"

movimento cinque stelle
movimento cinque stelle

Nella nomina del difensore regionale ha vinto la vecchia politica e la prima repubblica. La Lega si conferma un poltronificio a scapito delle competenze. Questa nomina è solo l’ultimo e ulteriore, episodio di degenerazione e spregio di valori di trasparenza e meritocrazia di questo Consiglio regionale. La logica spartitoria della nomina è da mercato del pesce piuttosto che da un’Istituzione che deve fare gli interessi dei cittadini”, così Iolanda Nanni, consigliere regionale del M5S Lombardia.

Carlo Lio, nome caro a Forza Italia, per il M5S era incandidabile e ineleggibile per assenza di titolo di studio adeguato alla funzione che dovrebbe ricoprire che merita competenze solide in campo giuridico e legislativo e non la sola licenza media. Gli interessi dei lombardi sono, ancora una volta, accantonati per offrire l’ennesima poltrona alla tenuta di una maggioranza che non sta in piedi”

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.