M5s: mozioni per il pranzo domestico a scuola e la doggy bag

La prossima seduta di consiglio comunale, prevista il 30 maggio, il Movimento 5 stelle presenterà due mozioni riguardanti i pasti nelle mense scolastiche

Bambini assaggiatori alla mensa di Varese

La prossima seduta di consiglio comunale, prevista il 30 maggio, il Movimento 5 stelle presenterà due mozioni riguardanti i pasti nelle mense scolastiche.

La prima mozione riguarda “La consumazione del pasto domestico a scuola” e punta ad offrire alle famiglie la possibilità di poter scegliere se usufruire del servizio mensa oppure dare ai propri figli un pasto portato da casa.

“L’alternativa – spiega il M5s – è già stata adottata in molti paesi europei e verrebbe incontro sia a quei bambini che per diverse ragioni rifiutano il cibo della mensa, sia alle famiglie in difficoltà per sostenerne i costi. Da un sondaggio fatto tra i genitori i cui figli fruiscono dei pasti a scuola è emerso che alcuni bimbi restano digiuni durante il pranzo accontentandosi solo della frutta o assaggiando appena qualcosa, proprio perchè non gradiscono le pietanze, con un conseguente spreco di denaro nonché un’errata alimentazione che con questa mozione si possono evitare”. Una recente nota del Ministro dell’Istruzione, inviata ai direttori degli uffici scolastici regionali è proprio dedicata alla consumazione del pasto domestico a scuolae e indica le linee guida per la fruizione del pasto portato da casa, attuando le medesime precauzioni in vigore per la somministrazione dei cosiddetti “pasti speciali” forniti dalle mense stesse.
Insomma il portavoce del M5S Davide Vanzulli chiede l’impegno del sindaco e della giunta ad attivare quanto prima un tavolo di confronto con i dirigenti scolastici, con l’assessore competente e un rappresentante dell’Ats, al fine di predisporre quanto serve all’attuazione della somministrazione del pasto da casa.

La seconda mozione propone l’utilizzo di una“doggy bag” (un sacchetto termico antispreco), affinchè i bambini che usufruiscono del servizio mensa possano portare a casa i cibi confezionati non consumati. “Anche questo provvedimento è già in uso in altri comuni e ha lo scopo oltre che di evitare lo spreco, anche quello di sensibilizzare i bambini sul valore del cibo”.

“Ci rivolgiamo, inoltre, ai genitori e ai rappresentanti di classe delle varie scuole, qualora fossero interessati a maggiori chiarimenti possono contattarci sulla nostra mail filodiretto@saronno5stelle.it. I testi di entrambe le mozioni sono disponibili sul nostro sito wwwsaronno5stelle.it”.

di
Pubblicato il 24 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.