Marina De Juli: “Ci sarebbe piaciuto evitare polemiche”

Sul cambio ai vertici della Pro Loco, e sul parallelo cambio della direzione artistica del Nuovo Teatro, arriva in serata una "lettera aperta" firmata da Marina De Juli e da Gianni Brignani

cuasso - nuovo teatro

Sul cambio ai vertici della Pro Loco di Cuasso, e sul parallelo cambio della direzione artistica del Nuovo Teatro, arriva in serata una “lettera aperta” firmata da Marina De Juli, che per 6 anni ha direttoil teatro, e dallo storico presidente della Pro Loco Gianni Brignani, da 19 anni alla guida del gruppo.

“Mi sarebbe piaciuto lasciare la Direzione del Nuovo Teatro di Cuasso con eleganza, evitando i battibecchi che sanno tanto di becera politica, certa che il lavoro sarebbe andato avanti nel migliore dei modi possibili – scrive Marina De Juli – Ma ieri mi sono ritrovata improvvisamente a scoprire che il progetto riguardante l’affido della nuova Direzione a Mariangela Martino, sottoposto e approvato dal Presidente in carica fino a pochi giorni fa Gianni Brignani (che sottoscrive con me questa lettera) e comunicata ai consiglieri Pro Loco senza contestazioni, vieni oggi impugnata dal nuovo direttivo, in quanto si sarebbero proposti altri per questo ruolo”.

“Non mi meraviglia che qualcuno un giorno abbia aperto gli occhi e vedendo davanti a sè un piccolo teatrino ben ristrutturato e in attività, si sia proposto di dirigerlo… anche se mi piace pensare che gli artisti per loro natura siano rispettosi del lavoro fatto da altri e anche delle relative decisioni. Scegliere Mariangela Martino come nuovo Direttore non è stato casuale, abbiamo voluto dare una continuità di stile, di professionalità e premiare (se cosi si può dire, poiché il ruolo è a titolo gratuito), chi in questi anni ha lavorato con noi”.

“Mi meraviglia di più sapere che persone entrate da pochi giorni nell’Associazione, gente che non ha mai fatto nulla e ripeto nulla per il Teatro, si arroghino il diritto di contestare scelte artistiche fatte da chi il Teatro lo ha fatto nascere insieme alla Pro Loco di qualche anno fa e portato ad essere una realtà riconosciuta. Per chi invece era già parte della Pro Loco negli ultimi mesi, essendo a conoscenza e non avendo contestato prima questa decisione, mi pare inopportuno lo faccia ora, dopo che il Presidente Brignani (fondatore e finanziatore del teatro) si è dimesso, decisione nata dalla mancanza di collaborazione al lavoro, nonostante i tanti solleciti a farlo. Non possono solo due persone occuparsi di tutto: organizzare, pubblicizzare, cercare sponsor, ufficio stampa e social, volantinare, fare le maschere, affiggere locandine, pulire anche i bagni… naturalmente questo a titolo di volontariato e portando sempre il tutto a nome di Pro Loco. Chi ha frequentato il teatro sa chi ha sputato sangue e sudore in questa impresa e può trarre le sue conclusioni e così speriamo faccia anche l’assemblea dei tesserati Pro Loco”.

“Ci auguriamo – conclude la lettera firmata da Marina De Juli e Gianni Brignani – che venga chiarito al più presto il tutto e che la nuova Direzione non usi semplicemente lo spazio, ma lo valorizzi attraverso idee, artisti, professionisti come è nel progetto, che auspichiamo si possa realizzare, stabilito con Mariangela Martino… altrimenti noi che ce l’abbiamo messa tutta, potremo solo dire: che peccato!”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.