Maroni: “Nel Varesotto grandi eccellenze imprenditoriali”

Così il governatore lombardo dopo la visita in due imprese della provincia. "Grandi non per forza in termini di dimensioni, ma per qualità e capacita' di competere"

Avarie
Foto varie

“Le aziende che ho visitato sono due eccellenze del nostro territorio. La Lombardia è anche questo, la manifattura e le grandi imprese. Grandi non per forza in termini di dimensioni, ma per qualità e capacità di competere sui mercati mondiali”.

Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, questo pomeriggio, dopo aver visitato, insieme all’assessore regionale al Reddito di Autonomia, Inclusione sociale e Post Expo Francesca Brianza, due aziende del Varesotto.

LA ‘PARIANI SRL’ E IL PROGETTO ‘SMILE’ – “La Pariani di San Macario di Samarate rappresenta un caso tipico” ha proseguito il presidente, che ha visitato l’azienda interamente a gestione familiare alla seconda generazione, fondata nel 1974, con 30 dipendenti e tutte le fasi di lavorazione, dalla progettazione alla produzione, sul territorio lombardo e che ha beneficiato di un finanziamento su bando regionale per il loro progetto ‘Smart’, per il quale hanno ringraziato la Regione.
“Siamo noi a ringraziare voi – ha detto il presidente rivolgendosi ai proprietari – e tutte le aziende che, come voi, non solo riescono a sopravvivere, ma anche a essere competitivi, in un mondo non facile. Noi come Regione diamo un aiuto, supportiamo chi investe, chi si dimostra capace di innovare e di realizzare nuovi progetti e cerchiamo di ridurre anche il peso burocratico, con a breve anche la legge sulla semplificazione, ma poi la parte maggiore dovete farla voi”.

‘ENOPLASTIC’ – “Molto impressionato” si e’ poi detto il presidente durante la visita alla ‘Enoplastic’ di Bodio Lomnago, leader mondiale nella produzione di capsule di copertura dei tappi e dei colli delle bottiglie dei piu’ prestigiosi vini e olii, 315 dipendenti e 3200 clienti solo in Italia, con una produzione che raggiunge i 3 miliardi di unita’ l’anno.
“Fare imprese bene vuol dire attrarre investimenti e creare nuova occupazione – ha concluso il presidente -. Per questo, come Regione, siamo molto impegnati a sostenere il nostro tessuto produttivo, con tante misure concrete e visite come queste ci aiutano a verificare gli effetti delle nostre azioni in modo diretto e a capire se e come possiamo aiutare ancora piu’ e meglio”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.