Mezzi vecchi e Alptransit, “sos” dei vigili del fuoco a Roma

Una delegazione sindacale dei pompieri varesini espone a parlamentari e senatori le carenze. In arrivo natanti in forza alla disciolta squadra nautica della polizia provinciale

Avarie
Foto varie

Nella giornata di ieri mercoledì 24 maggio una delegazione della FNS CISL dei Laghi (Vigili del Fuoco) è stata ricevuta a Roma presso la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica. Il Coordinatore Provinciale, Massimo Isgrò e il delegato per il distaccamento di Luino, Alessandro Cortellini sono stati ascoltati da due Deputati, rispettivamente l’on. Emanuele Cozzolino (M5S) e l’on. Walter Rizzetto (FDI) e i senatori Stefano Candiani (Lega Nord) e Giorgio Pagliari (PD).

Sul tavolo sono state esposte diverse problematiche che affliggono i vigili del fuoco delle provincia di Varese, partendo dalla carenza cronica di personale e conseguente chiusura dei distaccamenti territoriali, alla situazione disastrosa degli automezzi di soccorso con autopompe in servizio che superano i 28 anni.

Non da ultimo si è discussa la situazione del distaccamento di Luino, sia per quanto concerne la posticipazione dei lavori di edificazione della nuova caserma, che della problematica inerente alla sicurezza della linea ferroviaria Gallarate-Zenna (asse cardine di Alptransit), con la relativa mancanza di mezzi adeguati e personale sufficiente a fronteggiare eventuali emergenze, soprattutto per quanto concerne il rischio chimico. E’ stata anche ampiamente discussa la possibilità di aumentare la categoria della sede dell’alto Verbano, al fine di ottimizzare la risposta del dispositivo di soccorso, sia su rotaia che per il soccorso acquatico sul Lago Maggiore.

E’ stata consegnata un’ampia e dettagliata relazione con tutte le criticità sopra descritte.
Il Senatore Candiani si è anche interessato alla situazione del soccorso acquatico sul lago Maggiore, si è fatto portavoce presso la Regione Lombardia e gli enti preposti al fine di reperire dei fondi da destinare al ricondizionamento dell’imbarcazione da soccorso di proprietà della Provincia di Varese (ex Polizia Provinciale Lacuale) e in questi giorni (salvo contrarie) in fase di assegnazione al Comando Provinciale Vigili del Fuoco di Varese.

Finalmente col sopra citato mezzo nautico si sanerà la mancanza di mezzi antincendio sul lago in dotazione ai VV.F. di Varese, nonché si avrà in servizio un natante da soccorso ad altre prestazioni  cosa di cui allo stato attuale si è sprovvisti.
Si cercheranno anche delle disponibilità per garantire il presidio di Soccorso Acquatico con la stagione estiva alle porte.

Soddisfazione da parte del Coordinatore Provinciale della FNS CISL VVF, “abbiamo portato la voce dei Vigili del Fuoco Varesini nelle stanze del Parlamento e del Senato, aprendo un canale diretto con le reali esigenze che il territorio ha sulla sicurezza” trovando interlocutori disponibili e attenti alle esigenze di chi quotidianamente si prodiga nel soccorso alla popolazione. Proseguiremo con tenacia la nostra opera a favore dei lavoratori e lavoratrici ma soprattutto nell’interesse della sicurezza della popolazione”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.