Non riesce ad usare il telefonino, i vigili scoprono che è rubato

Nei guai uno straniero: dovrà rispondere sulle leggi dell'immigrazione e del reato di ricettazione

Avarie
Foto varie

Stava aspettando di essere sottoposto alle pratiche di identificazione, perché era stato fermato dalla polizia locale privo di documenti, e si è messo “a litigare” con il proprio telefonino non riuscendo ad utilizzarlo.

Così ha attirato l’attenzione dei vigili che con un controllo hanno scoperto che il cellulare era stato rubato il giorno prima ad un ragazzo di Caronno Pertusella.

L’epilogo della vicenda è stata una doppia denuncia per lo straniero che oltre a dover rispondere del fatto di essere irregolarmente in Italia dovrà comparire anche davanti all’autorità giudiziaria per la ricettazione del telefonino. Del resto i vigili hanno controllato il telefono hanno trovato inserita la mail di un trentenne caronnese.

Chiamando un numero tra i preferiti hanno parlato con la sorella del caronnese che ha confermato che il cellulare era stato rubato.

Il trentenne ha dimostrato di essere il legittimo proprietario mentre lo straniero, oltre a non saperlo usare, non ha saputo nemmeno indicarne la provenienza.

di
Pubblicato il 21 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.