Oltre 200 mila euro da Cariplo per trasformare Cascina Paiosa nella porta del parco Lura

Il rudere della Cascina si prepara a diventare, grazie a 200mila euro della Fondazione Cariplo, un centro servizi per gli utilizzatori del parco

Oltre 200 mila euro da Cariplo per trasformare Cascina Paiosa nella porta del parco Lura

Il vecchio rudere della Cascina Paiosa si prepara a diventare, grazie a 200 mila euro della Fondazione Cariplo, un moderno centro servizi per gli utilizzatori del parco Lura, una sorta di “porta d’accesso” all’area verde più grande della città.

Negli ultimi giorni l’Amministrazione comunale ha avuto la conferma dalla Fondazione Cariplo della concessione di un finanziamento di 209 mila euro. La partecipazione al bando risale all’anno 2013 quando, sotto la guida dell’allora primo cittadino Luciano Porro, era stato presento un primo progetto. L’Amministrazione del sindaco Alessandro Fagioli ha voluto attivare un nuovo «Processo conoscitivo con le associazioni del territorio, allo scopo di migliorare e rendere più funzionale e rispondente alle esigenze della cittadinanza la bozza di progetto ereditato».

Così è stato elaborato un nuovo progetto che ha ottenuto l’approvazione della Fondazione Cariplo. L’idea è quella di trasformare la cascina Paiosa, una casa diroccata completamente ricoperata di verde e decisamente in diuso, in una moderna porta di accesso al Parco Lura, polmone verde della città meta di amanti del jogging di appassionati di natura e picnic. Con un piccolo ampliamento volumetrico sarà realizzata un’area servizi, un infopoint e, servizio completamente assente in città, il noleggio di biciclette. Ma non solo: il progetto prevede anche la possibilità di studiare la ricollocazione di alcuni orti urbani cittadini nell’area intorno alla cascina.

«E’ sicuramente un intervento importante per la città, per gli utenti del parco e per i residenti della Cassina Ferrara – esordisce l’assessore all’Ambiente Gianpietro Guaglianone – era importante recuperare un edificio ormai fatiscente e davvero inutilizzato. Ma volevamo di più. Volevamo che la struttura rispondesse alle esigenze di chi vive il parco quotidianamente. Così abbiamo coinvolto le associazioni ed il quartiere per migliorare il progetto e per estensione la fruizione della Cascina Paiosa e del parco Lura».

di
Pubblicato il 12 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.