Pallacanestro Varese, la stagione inizia con gli abbonamenti

Giovedì 25 al PalA2a prima giornata di vendita delle tessere stagionali "a scatola chiusa": la squadra è tutta da costruire

pallacanestro varese, basket
Openjobmetis- Dolomiti Energia 83-80

Per la prima volta nella storia, scatta a maggio la campagna abbonamenti della Pallacanestro Varese. Come annunciato nei giorni scorsi, il giorno del lancio per il rinnovo o l’acquisto delle tessere stagionali per assistere alle partite della Openjobmetis (si chiamerà ancora così?) è stato fissato in giovedì 25 maggio.

E c’è da credere che al PalA2a (più precisamente in Sala Gualco) ci sarà subito un buon numero di appassionati, chiamati a disputarsi la “tessera numero 1″, nonostante dal basket-mercato non siano ancora giunti sussulti di rilievo da parte del club del presidente Vittorelli.

I battenti della campagna apriranno dalle ore 16 alle 20, stesso orario per venerdì 26 e per i giorni tra il 29 e il 31. Eccezione il sabato 27 quando è previsto l’orario continuato tra le 10 e le 19. Chi aderirà in questo breve periodo alla proposta della Pallacanestro Varese usufruirà della cosiddetta “tariffa scontatissima”: per tutti i prezzi vi rimandiamo a QUESTO DOCUMENTO (formato .pdf).

Nel frattempo il trust “Il basket siamo noi” ha pubblicato le tariffe scontate per i propri aderenti: Curva e Galleria costeranno 135 euro, la Tribuna silver 255 euro, la Tribuna Gold 350 euro, il Parterre Est 610 euro, il Parterre 1.560 euro.

Abbonarsi a maggio è un vero e proprio atto di fede, ed è evidente che chi lo farà spera che la società possa muoversi subito per costruire la squadra che verrà. Fino a oggi le uniche certezze riguardano lo staff tecnico, nel quale Attilio Caja sarà affiancato dai giovani Matteo Jemoli e Raimondo Diamante (nomi ancora non ufficializzati dalla società).
La formazione invece resta in alto mare: in questo momento il giocatore più vicino a restare biancorosso è Aleksa Avramovic, ma il fatto che poche settimane fa il giovane serbo fosse dato per partente rende bene l’idea del momento interlocutorio che stiamo attraversando. La stessa riconferma di Giancarlo Ferrero, capitano dopo l’addio di Cavaliero, è a forte rischio: la società è decisa a ridurre i costi soprattutto per quanto concerne la panchina, anche per concentrare più risorse sui titolari. Ma di nomi, ancora, non ce ne sono salvo i classici rumors (che per definizione sono poco concreti).

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 24 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.