Peace Run, tra Italia e Svizzera si corre per la pace

Torna l’appuntamento con la “Peace Run” la corsa podistica a staffetta in cui i podisti abbracciano sei continenti promuovendo la pace, l’amicizia e l’armonia, passandosi una fiaccola di mano in mano.

Avarie
Foto varie

Torna l’appuntamento con la “Peace Run” la corsa podistica a staffetta in cui i podisti abbracciano sei continenti promuovendo la pace, l’amicizia e l’armonia, passandosi una fiaccola di mano in mano.

La manifestazione podistica partirà da Riva S. Vitale, attraverserà Porto Ceresio e Brusimpiano e farà tappa a  Lavena Ponte Tresa per poi proseguire fino a raggiungere in serata la “Stralugano.

Non si corre per vincere ma per diffondere un pensiero di pace e convivenza tra le singole persone e i popoli, e anche per questo è stata scelta simbolicamente la tappa transfrontaliera di Ponte Tresa, con il suo “Ponte della Pace” che unisce la Svizzera con l’Italia.

La Peace Run è una manifestazione a livello europeo che si svolge su diversi mesi, partita dall’Irlanda con traguardo al Bielorussia. I corridori provengono da oltre 20 paesi.

L’arrivo è previsto per le 12.45 a Lavena Ponte Tresa e per l’occasione oltre ai saluti ufficiali dei sindaci dei due paesi coinvolti Daniel Buser e Massimo Mastromarino, si terranno anche i discorsi di diversi personalità e ospiti.

Nel corso della manifestazione anche esibizioni musicali e la presentazione dei corridori provenienti da 10 nazioni. Oltre a ciò nel corso della festa della pace i partecipanti avranno l’occasione di tenere personalmente la fiaccola della pace accesa ed esprimere in silenzio il proprio personale desiderio di pace o correre alcuni metri o chilometri con il Team.

Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare inoltre i corridori potranno in qualsiasi momento unirsi al Team lungo il percorso ed accompagnarlo per alcuni chilometri, come faranno i ragazzi e i bambini di alcune scuole sul percorso italiano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.