Pisano torna in Serie A, il Vicenza di Ebagua e De Luca retrocede

Tanti gli ex varesini che ieri sera sono stati protagonisti nell'ultima giornata di Serie B

eros pisano
Foto varie di calcio

(Foto Facebook – Eros Pisano)

Ultima giornata di Serie B che ha regalato colpi di scena, lacrime di gioia e di amarezza anche per diversi calciatori passati da Varese oppure originari della nostra provincia.

Con la Spal già promossa in A dalla scorsa giornata, all’Hellas Verona è bastato un punto per regalarsi la promozione diretta. Contro il Cesena il match si è chiuso sullo 0-0 e per l’ex capitano varesino Eros Pisano e compagni – tra i quali anche Michelangelo Albertazzi – è stata grande festa.

Il Frosinone di Riccardo Fiamozzi si è imposto 2-1 sulla Pro Vercelli ma deve accontentarsi dei playoff. Le speranze della squadra di mister Pasquale Marino erano riposte nella sconfitta dei veneti e nelle mancate vittorie di Perugia e Benevento. I ciociari con 10 punti di vantaggio sulle due quarte classificate avrebbero annullato il discorso playoff qualificandosi direttamente come migliore terza. I successi 3-2 sulla Salernitana e 3-0 sul Pisa (già retrocesso) garantiscono rispettivamente ai Grifoni e ai giallorossi di Daniele Buzzegoli gli spareggi. Menzione speciale per l’ex Pro Patria Dario Polverini che ieri sera è tornato in campo dopo oltre un anno. Il difensore di Anzio, recuperato dopo la rottura del legamento crociato del ginocchio destro, ha potuto debuttare in serie B.

Alla lista si aggiungono Cittadella, Carpi e Spezia. Sconfitta indolore 4-1 per i granata del gaviratese Manuel Iori a Chiavari contro l’Entella trascinata da una doppietta di Luca Tremolada. Gli emiliani degli ex Fabrizio Castori, Aljaz Struna, Giacomo Beretta e Luca Forte hanno vinto 2-0 contro il Novara; in gol Fabio Concas, alla prima gioia dopo la lunga squalifica.

Piangono Raffaele Pucino, Giuseppe De Luca e Giulio Ebagua, retrocessi con il loro Vicenza, complice la sconfitta casalinga 1-0 contro lo Spezia del “Diablo” Pablo Granoche. Le possibilità di salvezza per i biancorossi di mister Vincenzo Torrente rasentavano lo zero, ma al vantaggio spezino di Giannetti la curva di casa ha sfogato la propria frustrazione lanciando decine di fumogeni in campo. Nel finale di gara alla rabbia si aggiunge l’espulsione di De Luca.

La bagarre in zona salvezza si è risolta con questi verdetti: Brescia, Ternana e Avellino salve, Trapani retrocesso in Lega Pro. Ai siciliani bastava un punto per andare ai playout ma la sconfitta 2-1 di Brescia è costata carissimo. Gli irpini di Umberto Eusepi e Lorenzo Laverone con il successo 2-1 sul Latina ultimo in classifica si sono portati a più 5 punti sul Trapani, evitando così lo spareggio.

È riuscita nell’impresa la Ternana del gemoniese Matteo Contini, espugnando Ascoli 2-1. Grazie alla cura di Fabio Liverani, dopo i fallimenti di due ex allenatori passati da Varese, Benny Carbone e Carmine Gautieri, le Fere sono riesciute a scalare una classifica che sembrava non dare loro più chance.

Stagione sottotono per il Bari del direttore sportivo Sean Sogliano e del portiere Alessandro Micai. Quella che sembrava essere una squadra attrezzata per lottare nelle prime posizioni si è rivelata una fragile realtà conclusa con il dodicesimo posto in classifica.

di
Pubblicato il 19 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.