Prelievo del sangue a domicilio, Spes e Comune garantiscono il servizio

Da lunedì 29 maggio i prelievi a domicilio continueranno a essere effettuati da un infermiere professionale e che l’unico cambiamento sarà nel soggetto gestore

trasfusione di sangue
attività degli infermieri

«Il servizio di prelievo del sangue proseguirà in collaborazione con la Spes e questa importante attività socio – sanitaria continuerà ad un costo contenuto». A parlare è il Vicesindaco e assessore ai Servizi Sociali Stefano Aliprandini, il quale annuncia che da lunedì 29 maggio i prelievi a domicilio continueranno a essere effettuati da un infermiere professionale e che l’unico cambiamento sarà nel soggetto gestore.

Come prenotare
I cittadini che vorranno usufruire del servizio di prelievo a domicilio potranno farlo prenotando l’esame del sangue presso l’Ufficio dei Servizi sociali del Comune (0331- 989016), la sede della Spes di via Medaglie d’Oro (0331-259522), oppure nelle farmacie comunali. La prenotazione può essere fatta anche recandosi di persona nei punti sopra indicati. L’esito degli esami potrà poi essere ritirato alla Farmacia Pastrengo e il costo sarà 8.50.

Il cambio di gestione garantirà la qualità del servizio offerto fino a questo momento, l’esigenza di mantenere attivo il prelievo a domicilio e soprattutto un contenimento dei costi a carico degli utenti: «Siamo partiti dalla consapevolezza che offrire l’opportunità ai nostri cittadini, soprattutto anziani, di effettuare a casa propria il prelievo del sangue sia di grande aiuto: si evitano gli spostamenti in auto, le code di attesa e in generale si contribuisce a migliorare la qualità della vita, oltre che a incentivare il monitoraggio della salute – ha proseguito l’assessore Aliprandini – E da qui abbiamo iniziato a ragionare con la Spes su come continuare a garantire questa prestazione strategica. Il servizio avrà un costo di 8 euro e 50 e in caso di situazioni di particolare disagio economico valuteremo l’opportunità di non gravare sull’utente».

Andrea Gambini, Amministratore unico di Spes ha poi spiegato che «ampliare l’offerta dei servizi ai cittadini è uno dei nostri obiettivi. Occorre poi ricordare che alcuni esami del sangue come il controllo dell’emocromo, dei trigliceridi, della glicemia e del colesterolo si possono già fare con esito immediato nelle farmacie sommesi che noi gestiamo. Ora con il prelievo a domicilio andiamo a implementare la nostra offerta di servizi e aggiungiamo un ulteriore tassello al programma di rilancio delle farmacie, dopo aver sanato e riportato in attivo i bilanci e aver effettuato una serie di interventi di ammodernamento di queste realtà».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.