Prende forma il progetto “Un campetto per Paul”

Per ricordare Paolo Talamoni sarà dipinto anche un grande murale. Intanto ha preso il via il crowdfunding: parte del ricavato alla Fondazione Ascoli

grazie paul paolo talamoni
Foto varie di pallacanestro

Continua a prendere forma il progetto “Un campetto per Paul”, ovvero la dedica di uno dei playground del centro Campus di via Pirandello a Varese (QUI il nostro articolo) a Paolo Talamoni, il 18enne giocatore e grande appassionato di basket scomparso lo scorso febbraio.

«L’intitolazione di un campo all’aperto in memoria di Paul avrà due “segni” tangibili: il primo sarà un grande dipinto murale che ornerà il muro di cinta del playground, il secondo sarà una targa che verrà apposta sui campetti superiori del Campus» spiega Andrea Tavian, amico e allenatore di Paolo Talamoni che si occupa del progetto insieme a Max Frontini, Raimondo Diamante e Paolo Remonti, tutti volti noti del basket cittadino.

Per coprire le spese il quartetto di organizzatori ha lanciato nelle scorse ore un crowdfunding, ovvero una raccolta di soldi attraverso un’apposita piattaforma online (lo trovate QUI), che in pochissimo tempo ha quasi toccato quota 2.ooo euro. «L’importanza del crowdfunding va però oltre l’acquisto del materiale necessario all’intitolazione del campetto – prosegue Tavian – In programma abbiamo infatti un’intera giornata dedicata al nostro amico Paul: oltre al taglio del nastro daremo il via alla realizzazione del murale e passeremo un intero pomeriggio a giocare proprio sotto quei canestri. Inoltre, i fondi che non saranno utilizzati direttamente per questa iniziativa verranno devoluti alla Fondazione Giacomo Ascoli, una realtà varesina che è stata molto vicina a Paolo e alla sua famiglia nel periodo in cui è stato ricoverato».

L’evento in memoria di Talamoni è previsto per quest’estate: il Comune, per bocca dell’assessore allo sport Dino De Simone, guarda con grande favore all’iniziativa e anche alcuni volontari – a loro volta protagonisti sui campi da basket – si sono già messi a disposizione per dare una mano “operativa” alla giornata. Il dipinto murale infine sarà realizzato da WgArt, la realtà varesina che si è occupata di allestire diverse altre opere in giro per la città. Altri aggiornamenti su “Un campetto per Paul” sono costantemente disponibili sulla pagina Facebook omonima, aperta proprio in questa circostanza.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 30 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.