Processo a medici e informatori, tutti assolti

Si è chiuso così il processo ai medici di numerosi ospedali del nord Italia e ad alcuni informatori scientifici della Sandoz accusati di aver fatto prescrivere farmaci in cambio di regali. Anche il pm aveva chiesto l'assoluzione

aula tribunale busto arsizio
busto arsizio varie

Tutti assolti. Si è concluso questo pomeriggio, con la lettura della sentenza da parte del presidente della collegio giudicante Piera Bossi, il processo ai 40 tra medici e informatori scientifici della Sandoz accusati di aver prescritto determinati farmaci (in particolare l’Omnitrope e il Bincorit) in cambio di regalie (viaggi, borse di studio, denaro contante, ndr). L’inchiesta risale al 2012.

Al termine delle discussioni da parte dei numerosi avvocati il collegio si è ritirato in camera di consiglio e poco dopo le 15 ha emesso la sentenza che chiude questa vicenda, denunciata dalla stessa casa farmaceutica che nel frattempo ha licenziato tutti coloro che sono rimasti coinvolti nel procedimento.

Le accuse erano pesanti: dall’associazione per delinquere, alla corruzione, istigazione alla corruzione, distribuzione e somministrazione di farmaci in modo da arrecare pregiudizio alla salute pubblica, concussione, frode ai danni del Servizio Sanitario Nazionale, falsità in atti, comparaggio.

Era stato lo stesso pubblico ministero Giuseppe D’Amico, nella sua requisitoria, a chiedere l’assoluzione perchè il fatto non sussiste, di tutti gli imputati sottolineando che le indagini non avrebbero appurato in maniera adeguata l’accordo corruttivo. Questa scelta ha semplificato non poco il lavoro dei giudici che, di fronte a questa richiesta, non hanno potuto fare altro che emettere un verdetto favorevole agli imputati.

 

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 18 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.