Quasi 4 milioni per i micro comuni delle Prealpi insubriche

Anche le valli varesine nel progetto di sviluppo presentato dal sottosegretario regionale Ugo Parolo. Ecco come funziona

La Regione Lombardia ha messo a bilancio 9 milioni di euro per progetti mirati allo sviluppo montano per piccoli comuni, che insieme potranno beneficiare dei fondi dedicati al loro sviluppo e quasi la metà arriveranno per i piccoli comuni delle province di Varese, Como e Lecco.

Se ne è parlato oggi nel convegno sui servizi e le comunità locali ‘Vivere la Montagna’ a Luino, luogo simbolo di questo progetto nato mesi fa da una visita del Governatore lombardo Roberto Maroni a Curiglia con Monteviasco, e lo ha ricordato il sottosegretario con delega alla montagna, il consigliere regionale Ugo Parolo, questa mattina in città.

Abbiamo deciso di garantire il Fondo per le valli prealpine che nasce proprio da una visita di Maroni a Curiglia con Monteviasco quando scelse di fare qualcosa per questi territori cosi marginali, ma così importanti”. Il piano di azione Riguarda fondi propri di Regione Lombardia: “Abbiamo messo a disposizione in questa prima fase 9 milioni per le valli prealpine, fondi calibrati su piccole realtà che non sono in grado di accedere a risorse. Questa idea è nata proprio qui. Ora siamo in una fase di ascolto reciproco, nata da un problema di fondo che lo stesso Parolo ha ricordato: “Il 43% del territorio regionale è montano ma conta solo 1.253.084 abitanti: in termini politici esiste un problema di rappresentanza”.

Per questo saranno i Comuni, in forma aggregata e sotto i 15.000 abitanti nel complesso a presentare progetti di sviluppo. L’80% dell’importo è a carico della Regione e il restante 20% in capo all’ente, con spesa fuori dal patto di stabilità.

Per le province di Varese, Como e Lecco ci sono a disposizione 3.857.142 euro; verrà fatta una graduatoria e si aprirà una fase di confronto col territorio, ma molto Rapidamente, nell’arco di 2 mesi: la scadenza per la presentazione dei progetti è il 20 giugno.

Avarie
Foto varie

La stessa presentazione verrà oggi riproposta alla sede della Regione di Varese con tutti gli amministratori interessati.
Una fase importante, secondo Parolo, sarà la sfida da giocare nelle prossime legislature: aumentare la capacità di avere parola ed esprimere bisogni: “Il patto col territorio va riscritto”.

In sala erano presenti numerosi sindaci “storici” delle valli salutati dal primo cittadino di Luino Andrea Pellicini e dal consigliere regionale Luca Marsico.

FONDO DELLA MONTAGNA: COME FUNZIONA (IN PDF)

E

di andrea.camurani@varesenews.it
Pubblicato il 12 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.