Sette fucili in casa, ma le matricole non corrispondono

La Polizia ha ritirato sette armi ad un appassionato tiratore di Gallarate, per irregolarità. Non è l'unico caso

gallarate generico
Gallarate

Aveva denunciato sette fucili, ma quando è scattato il controllo i numeri di matricola sono risultati differenti da quelli dichiarati. Per questo è finito nei guai un uomo di Gallarate, a cui sono state ritirate le sette armi da fuoco.

L’intervento fa parte dei controlli ordinari svolti sui detentori di armi. L’attenzione posta sulla sicurezza da parte della Polizia di Stato passa infatti anche dal controllo della permanenza dei requisiti necessari per la detenzione delle armi e relativo munizionamento.

La Squadra Amministrativa del Commissariato di Polizia di Gallarate è stata impegnata in decine di verifiche. In un caso gli agenti hanno appunto scoperto che un uomo residente in città deteneva quattro carabine e tre fucili da caccia le cui matricole non corrispondevano a quelle comunicate alla Questura.
Non è l’unico caso anomalo: un altro residente di Gallarate è stato denunciato per aver omesso di comunicare il trasferimento delle armi da un’abitazione ad un’altra. Una violazione che costituisce reato, anche se viene estinto con il pagamento di una sanzione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.