Si può essere anche felici, a Gazzada si narra di adolescenti

Giovedì 25 maggio ore 20,45 nella sala consiliare di Villa De Strens, Naturart organizza una serata di letture con educatori professioniali

adolescenti

Un viaggio tra i ricordi, le emozioni e le sensazioni nel mondo della adolescenza: il primo appuntamento con la serata-lettura organizzata da NaturArt  “Adesso – Storie in bilico intorno ai vent’anni” è giovedì 25 maggio ore 20,45 nella sala consiliare di Villa De Strens,  in via Giacomo Matteotti.
Ad intrattenere il pubblico non saranno quattro “lettori” professionisti ma quattro educatori professionali: Andrea Maldera, Linda Potestà, Alessandra Visone e Chiara Zuffrano, con la regia di Giulia Provasoli, metteranno in gioco in gioco tutta l’esperienza acquisita in circa vent’anni di lavoro quotidiano con preadolescenti, adolescenti e giovani e appassioneranno i presenti con un intenso viaggio in un’età difficile ma affascinante, spesso dimenticata dagli adulti, talvolta demonizzata, a volte artificialmente prolungata, tanto complessa quanto ispiratrice e generatrice di energia e rinnovamento.

La fonte di ispirazione sono proprio loro, i ragazzi e le ragazze conosciuti in questo cammino professionale, prezioso e fatto con tanta passione: “Amo l’introspezione e amo gli adolescenti – spiega Linda Potestà – e la forza con cui vivono le emozioni e i sentimenti: l’innamoramento, la gioia, la rabbia, l’inadeguatezza, la tristezza profonda, la voglia di essere diversi da tutti e felici, lo spaesamento che i ragazzi provano di fronte ad alcuni adulti incoerenti, disillusi e infelici”.

I testi scelti sono tratti da opere di autori molto diversi tra loro, Paolo Nori, Enrico Brizzi, J.D. Salinger, Alessandro Baricco, Beatrice Masini, Roberto Piumini, José Saramago, Jacques Prévert, Michela Marzano e Stephen Chbosky, ma anche testi originali: “C’è un racconto – continua Chiara Zuffrano – che trae spunto da un lavoro fatto con ragazzi di una periferia di Varese, loro si sfogano mentre insieme dipingiamo le panchine.
È un racconto di grande emozione, dà voce alle persone che incontriamo: l’aspetto educativo di allora fu che loro si presero a cuore il quartiere, sistemarono e colorarono le panchine e da allora ne ebbero cura e fu un gesto di speranza per il futuro”.

Una serata che farà riflettere anche i genitori, i quali si avvicineranno al modo di sentire dei loro figli e magari rivivranno sentimenti provati a loro volta in gioventù: “Una serata per aprire il cuore all’ascolto emotivo, la vera chiave che apre all’incontro e alla comprensione, stimolo per superare i limiti e mano che affianca, sostiene e fa spiccare il volo”, così Alessandra Visone.

Cosa insegna la ventennale esperienza della cooperativa? A rispondere per tutti è Chiara Zuffrano: “La prima cosa è che ne vale sempre la pena. Noi spesso non vediamo i frutti del nostro lavoro, instilliamo dei cambiamenti e non vedremo ciò che diventeranno i ragazzi di cui ci occupiamo. Noi lavoriamo per il futuro”.
Il prossimo appuntamento con “ADESSO” sarà venerdì 23 giugno ore 20,45 alla biblioteca di Cuveglio in piazza Marconi 1.

Chi siamo:
NATURart nasce nel 1994 come associazione e diventa cooperativa sociale due anni dopo. Orientata al mondo dei giovani e delle famiglie, si occupa in particolare di promozione del benessere giovanile, prevenzione del disagio e di contrasto all’utilizzo di sostanze stupefacenti. Adolescenti e preadolescenti sono il fulcro del lavoro del gruppo di professionisti, composto da educatori, pedagogisti e psicologi.
NATURart è una realtà radicata in molti comuni della provincia di Varese e opera in vari distretti della provincia attraverso interventi personalizzati, attività nelle scuole e nelle comunità di quartiere. La sede è a Gallarate.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.