Slitta a settembre il Festival del Paesaggio

Il vicesindaco Zanzi: "Ci saranno un premio Ecologia, un convegno dei paesaggisti, e 9 ville da sogno da visitare". Ma Forza Italia: "Che smacco"

Foto del giorno del mese di giugno 2016

Non ci sono ancora tutti i fondi necessari, ma non solo: non c’è nemmeno il tempo che occorrerebbe per poter organizzare il Festival del Paesaggio che il Comune ha annunciato qualche settimana fa e che è l’appuntamento culturale più importante voluto da questa amministrazione. Lo slittamento è stato annunciato oggi dall’assessore alla cultura Roberto Cecchi, ma il vicesindaco Daniele Zanzi aggiunge: “Gli eventi in programma sono tanti – afferma – e si rischiava di programmare degli investimenti anche pubblicitari che non avrebbero portato ai risultati sperati. Quindi l’evento è stato spostato e si terrà dal 30 settembre al 5 ottobre”.

Zanzi continua: “Vorrei chiarire – osserva – che il festival non può ruotare solo attorno ai parchi, ma prevede anche un Premio Città di Varese per l’ecologia e un Convegno internazionale degli architetti paesaggisti. I visitatori saranno indirizzati verso 9 ville private che per buona parte, finora, non erano state mai state aperte al pubblico e ai turisti sarà fornito anche un servizio per gli spostamenti in bus. Le ville interessate sono in tre punti della città. Una prima zona, che chiameremo la Acropoli, sarà quella di Biumo Superiore, mentre nella zona Extravagance e degli artisti saranno comprese le ville di Velate e della Prima Cappella”.

daniele zanzi alberi

Una delle ville in predicato di essere ricompresa nel percorso è anche quella dove visse e lavorò il pittore Renato Guttuso. Zanzi la definisce “fortemente indiziata”.

A giugno tuttavia il Festival vivrà una anteprima per esperti e giornalisti.  verrà realizzato un video per promuovere la rassegna e alcuni giornalisti saranno portati a vedere le location.

Forza Italia critica l’amministrazione comunale per lo slittamento: “Solo poche settimane fa la Giunta Galimberti annunciava che per metà maggio si sarebbe svolto il Festival del Paesaggio – afferma Carlotta Calemme di Forza Italia -.  Questo comportamento è l’emblema di una giunta che più che annunci non sa fare”. E il capogruppo Simone Longhini: “Ecco l’ennesimo fallimento della Giunta Galimberti: dopo annunci in pompa magna, 300.000 euro (sic!) stanziati senza un vero piano economico e mancanza di chiarezza sul progetto e sulla sua gestione, arriva questo brusco stop che non fa certo una bella pubblicità alla nostra amata Varese! Altro che “piano di rilancio turistico”.

 

di roberto.rotondo@varesenews.it
Pubblicato il 05 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.