Start up e investitori, Liuc Alumni li mette intorno ad un tavolo

L'associazione degli ex-studenti sempre più attiva. Allo stesso tavolo hanno portato case history, Banca Sella, crowfounding

liuc alumni start up
Università Cattaneo - Liuc

L’associazione che riunisce gli ex-alunni della Liuc ha organizzato ieri sera, giovedì, una tavola rotonda dedicata alle start up e ai possibili investitori. L’idea – come hanno raccontato la presidente Marianna Arteri e il vice Giancarlo Vergine – si incardina in una serie di iniziative organizzate da Liuc Alumni per radicarsi sempre di più tra gli ex-studenti sul modello americano.

Alla tavola rotonda hanno partecipato il rettore Federico Visconti, il presidente di Liuc Michele Graglia, i due responsabili degli Alumni, Massimiliano Usuelli di Banca Sella, Alessandro Scaltrini di Resau Entreprendre Lombardia, Tommaso Baldissera di Crowfoundme e Laura Licini, ex-studentessa Liuc che ha lanciato il marchio di bijoux Plv.

Per Michele Graglia “l’associazione ex-alunni comincia a prendere l’iniziativa, significa che siamo diventati grandi. Questo permette di creare futuro sulla base del proprio passato di studente”.

Il rettore Visconti ha sottolineato “quanto sia importante la valorizzazione della rete degli ex alunni coerentemente con gli sforzi fatti fin qui per valorizzare i giovani. La tradizione anglosassone è lontana ma dobbiamo seminare iniziative e raccogliere i frutti. Per questo merita un elogio auesta iniziativa che crea grande attenzione verso gli stakeholders”.

La tavola rotonda ha messo insieme storie imprenditoriali per dare consistenza alla parola start up di cui spesso si abusa, ultimamente.

Per Massimiliano Usuelli responsabile economia digitale di Banca Sella “la presenza del nostro istituto significa dare sostegno ai progetti creando un osservatorio per futuri clienti e per imparare come funzionano nuovi modelli di business. L’approccio che abbiamo è quello di creare un ecosistema di servizi e consulenza che non sia solo erogare finanziamenti. Non ci si puó girare dall’altra parte”.

Alessandro Scaltrini di Reseau Entreprendre Lombardia spiega così come funziona l’associazione no profit che accompagna le nuove imprese: “Forniamo competenze e aiuto operativo. Si tratta di una realtà nata in Francia che da due anni è operativa anche qui in Lombardia: aiutiamo al momento 8 imprese che hanno creato 58 posti di lavoro”.

Tommaso Baldissera è il fondatore di Crowdfundme: “La nostra piattaforma di crowfounding raccoglie risorse per start up on line. Fino ad ora abbiamo finanziato sette progetti finanziati con successo per 1,5 mln di euro. Un milione di euro lo abbiamo raccolto solo negli ultimi sei mesi”.

Infine è stato presentato il caso di successo di Laura Licini, ex studentessa Liuc che lavora per una multinazionale: “Dal 2012 ho creato Plv, brand di bijoux. Per arrivare ai potenziali clienti abbiamo agganciato alcune fashion blogger e abbiamo intercettato Chiara Ferragni quando era agli esordi. Oggi, anche grazie al successo che ha avuto il suo blog, siamo un brand conosciuto e dedichiamo il 30% del nostro tempo per questa passione”.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 05 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.