Sulla strada lacuale arrivano i VeloOk

Sono i primi in territorio di Bodio. In una settimana registrati 850 passaggi a velocità "da autostrada"

Autovelox Cazzago Brabbia
Autovelox Cazzago Brabbia

Ormai diffusi in molti Comuni, compaiono anche a Bodio Lomnago i “VeloOk”, i dissuasori-rilevatori di velocità (nella foto: un esemplare a Cazzago Brabbia).

Nella mattina di mercoledì 3 maggio sono stati installati due “bidoni” arancioni sulla strada lacuale SP1, in un tratto molto delicato, quello che è stato teatro anche recente di un incidente mortale (qui).

È di pochi giorni fa l’annuncio dell’intervento della Provincia, che realizzerà una nuova rotatoria, ma nel frattempo anche il Comune decide di muoversi per garantire maggiore sicurezza. «Era un intervento che non potevamo più procrastinare» spiega il sindaco Eleonora Paolelli. «Siamo certamente soddisfatti per l’intervento annunciato di realizzazione della rotonda», premette il sindaco. Il Comune invece installerà i nuovi strumenti che «rientrano nei finanziamenti di Regione Lombardia per il piano di videosorveglianza». I dissuasori – che puntano a richiamare l’attenzione degli automobilisti per farli rallentare – possono essere usati anche come veri rilevatori di velocità, presidiati – dice la norma – dalla Polizia Locale.

«Abbiamo già verificato che moltissime sono le violazioni di velocità in questo tratto» prosegue il sindaco. In una settimana la rilevazioni di prova ha registrato il transito di 90mila veicoli: di questi ben 850 hanno superato la velocità shock di 130 km/h. Una velocità da autostrada, su un tratto dove vige il limite di 50 km/h. E questi sono solo i dati più eclatanti: le violazioni al limite sono ovviamente molte di più.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Non ho capito se sono serviti solo a monitorare o anche quei potenziali assassini che sono stati beccati a 130km/h saranno puniti severamente oppure in questo sciagurato paese dove il malandrino viene tutelato maggiormente dell’onesto, in questo paese qualcuno avrà da ridire appellandosi a presunte libertà personali o alla solita “litania” dei comuni che vogliono fare cassa.
    Uno che va a 130 km/h non solo gli faccio cassa, li liquido immediatamente l’automobile all’asta. CRIMINALE