Successo per GlocalSud

Oltre mille persone nella due giorni pugliese. Tanti giornalisti e giovani hanno partecipato ai numerosi eventi organizzati da LiveNetwork e l’Anso

Avarie
Foto varie

Sono numeri di tutto rispetto quelli della prima edizione di GlocalSud, la due giorni sul giornalismo digitale che si è tenuta a Corato, in provincia di Bari. Undici incontri formativi in meno di due giorni a cui hanno partecipato oltre mille persone e una nutrita delegazione di Varesenews.

Oltre agli speaker, a Corato sono arrivati una cinquantina di giornalisti provenienti da diverse regioni d’Italia (Molise, Marche, Campania, Liguria e Lombardia oltre che Puglia). Ben interessati e partecipi anche gli studenti della città: oltre un centinaio di ragazzi hanno seguito la conferenza di apertura, tutti provenienti dal liceo classico “Oriani” e dall’istituto tecnico “Tannoia”. Le classi si sono poi alternate ad ognuno degli incontri formativi. Questo è stato un ulteriore valore per GlocalSud, segno di quanto il Festival abbia rappresentato una bella occasione per le giovani generazioni in cerca di un futuro lavorativo in linea con le propensioni di ognuno.

Sfuggono poi al conteggio tutti i docenti che hanno letto in GlocalSud un’interessante occasione di approfondimento, gratuita e a due passi da casa.

«Questo è davvero solo l’inizio, “l’edizione zero”, l’esperimento riuscito che ci permette di iniziare subito a lavorare per GlocalSud 2018. Non possiamo che dare a tutti l’arrivederci al prossimo anno» annuncia Vincenzo Cifarelli, consigliere Anso ed editore del LiveNetwork.it che ha organizzato GlocalSud. «Questa prima edizione – aggiunge – per noi è stata una grande scommessa. C’abbiamo creduto fin dall’inizio per due motivi: Varese ci ha insegnato l’importanza di un festival formativo di questa portata e il nostro meridione ne ha bisogno. Ci siamo rimboccati le maniche e, nonostante il poco tempo a disposizione, abbiamo accolto tanti colleghi da diverse regioni d’Italia. Sapere che qualcuno ha deciso di restare in città anche dopo gli incontri formativi ci fa capire di essere sulla buona strada: sentiamo nostro il connubio tra la terra accogliente della Puglia e la sete di giornalismo di qualità. Vogliamo continuare ad aver cura di questo seme lanciato quest’anno, sicuri dell’appoggio di Anso, delle aziende del territorio e dei partner che hanno creduto in noi e nella valenza formativa del Festival».

GlocalSud è stato possibile grazie alla collaborazione di molte realtà e istituzioni a partire dal Comune di Corato fino all’Ordine dei giornalisti della Puglia. Un ruolo centrale lo ha avuto l’Anso, l’associazione nazionale della stampa online, e GlocalNews, il festival nato nel 2012 a Varese e che quest’anno a novembre arriva alla sesta stagione.

«Siamo molto soddisfatti del lavoro fatto dagli amici di Corato – sostiene Marco Giovannelli, presidente di Anso e direttore del festival varesino – Un’ottima organizzazione che ha permesso a tutti di esser accolti con cura, ma soprattutto che ha offerto al territorio pugliese una vera occasione di incontro, confronto e formazione. La qualità dell’evento la si è potuta constatare dal livello dei relatori, ma soprattutto dalla partecipazione e dall’attenzione delle persone. Dopo Varese con GlocalNews e il Parco delle Cinque terre, con GlocalAmbiente nel 2015, arriva questa edizione al Sud. Un segno della buona proposta che mette al centro dell’attenzione la dimensione locale».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.