Telepass: la sosta sulle strisce blu si paga con Pyng

Telepass arriva anche a Busto Arsizio per semplificare gli spostamenti di tutti i giorni

telepass

“Pyng” sbarca a Busto Arsizio. Dopo Milano, Monza, Varese, Bergamo, Cremona e Saronno sarà attivo in città, indicativamente dalla seconda quindicina di giugno, l’innovativo sistema messo a punto da Telepass che consente di pagare la sosta sulle strisce blu con una semplice app sul telefonino, anche senza avere il Telepass in auto. Facile, comodo e gratuito, il servizio, riservato ai clienti Telepass, permette l’addebito dei soli minuti di sosta effettivi direttamente sul proprio conto Telepass.

Pyng semplifica la vita agli automobilisti in città: d’ora in poi, per pagare la sosta sulle strisce blu non è più necessario cercare parcometri, ricorrere a carte di credito, ricariche o monetine ma basta scaricare l’app gratuita sul proprio smartphone e impostare la durata della sosta. Al resto ci pensa l’app che calcola direttamente l’importo complessivo e il successivo addebito. I vantaggi non finiscono qui perché con Pyng è possibile pagare la sosta per più targhe contemporaneamente e modificare il termine della sosta, anticipandolo o posticipandolo, anche a distanza. Inoltre, non sono previsti costi aggiuntivi sulla tariffa della sosta.

E non finisce qui. Da luglio sarà possibile pagare con Telepass anche la sosta nel parcheggio Arnaldo da Brescia. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.telepass.com.

“Migliorare la qualità della vita quotidiana dei cittadini e rendere Busto Arsizio sempre più smart sono alcune delle priorità della mia Amministrazione. – Ha dichiarato il Sindaco della Città di Busto Arsizio, Emanuele Antonelli – Sono quindi lieto di annunciare queste novità che renderanno presto molto più agevole parcheggiare in città, con un’operazione rapida e immediata, attraverso uno strumento tecnologico di facile utilizzo e alla portata di tutti. Ringrazio quindi tutti i partner, da Telepass ad AGESP, che ne hanno reso possibile la realizzazione per la collaborazione e la capacità di fare. Sono certo che i cittadini, e non solo, – ha aggiunto il Sindaco – apprezzeranno le novità che contribuiranno ad ampliare i motivi per cui a Busto è bello vivere (#ilbellodivivereabusto è l’hastag che accompagna le iniziative che rendono la città più attrattiva). Nei prossimi giorni saranno presentate altre iniziative volte a favorire la mobilità sostenibile, in un’ottica di innovazione, in linea con il Piano d’azione per l’energia sostenibile della Città di Busto Arsizio”.

“Con l’organizzazione di questo evento, ancora una volta la società, che ho l’onore di amministrare da qualche mese anche grazie alle fondamentali sinergie sin qui create con l’Amministrazione Comunale, ha l’occasione di dimostrare concretamente la particolare attenzione che riserva ai cittadini di Busto Arsizio. – Ha dichiarato l’Amministratore Unico di AGESP S.p.A., Silvia Gatti – La collaborazione con Telepass trova spunto dalla sempre più incalzante richiesta da parte dell’utenza per il corrispettivo della sosta con forme di pagamento alternative alla classica “moneta” quali carte di credito, bancomat, app dedicate.

Proprio per le ragioni sopra esposte, nonché prendendo spunto anche da sollecitazioni ricevute da parte degli organismi istituzionali, – ha aggiunto Gatti – abbiamo definito un accordo commerciale con una società leader nel settore. A completamento di questo progetto si è voluto implementare anche il pagamento tramite Telepass del parcheggio Arnaldo da Brescia, che prevederà, indicativamente da luglio 2017, l’a cesso, il pagamento della sosta nonché l’uscita in forma automatica.”

“L’avvio di due servizi a Busto Arsizio ci rende particolarmente felici – ha dichiarato Dante Antognoni, Responsabile Payment Services di Telepass – Grazie alla proficua collaborazione con il Comune e con AGESP, Telepass infatti raggiunge un traguardo importante sbarcando in una delle 25 città italiane con il maggior numero di dispositivi Telepass attivi. I servizi per pagare la sosta in città sono la conferma dell’impegno di Telepass a proiettare sempre più il proprio know-how al di fuori dell’ambito autostradale per soddisfare le richieste e le esigenze della clientela attraverso servizi utili, semplici, innovativi, al passo con le ultime evoluzioni della tecnologia. Questi servizi – ha aggiunto Antognoni- si aggiungono ai sempre più numerosi servizi che offriamo agli oltre 6 milioni di telepassisti, come la possibilità di pagare l’accesso all’area C di Milano oltre che l’acquisto del biglietto per il traghetto sullo Stretto di Messina senza il bisogno di passare in biglietteria o scendere dalla propria auto”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.