Torna SI-Scrittrici Insieme

Dal 26 al 28 maggio il Museo MA*GA ospiterà la settima edizione del festival

Arte - Mostre
pittori, quadri, dipinti, sculture

Tre giornate dedicate alla letteratura al femminile, un festival dove le donne raccontano e si raccontano: giunge quest’anno alla sua settima edizione SI-Scrittrici Insieme. La manifestazione, in cartellone dal 26 al 28 maggio al Museo MA*GA di Gallarate, è patrocinata dal comune di Gallarate. Ad organizzarla un team tutto femminile, composto da Helena Janeczek, Rosi Garda, Anna Carù, Silvana Baldini e Chiara Ciccocioppo.

Protagonisti dell’edizione di quest’anno saranno due dei vincitori del Premio Mondello 2017. Si tratta di Alessandro Zaccuri, giornalista e scrittore premiato per il romanzo “Lo spregio”, atteso per le 21 di venerdì 26 insieme a Federica Manzon, per un incontro dal titolo “Le relazioni pericolose”. E di Alessandra Sarchi, che domenica 28 alle 18 chiuderà gli incontri letterari della manifestazione presentando “La notte alla mia voce”, storia di una donna sulla sedia a rotelle la cui vita viene riscossa da una nuova amicizia.

La serata di sabato 27 vedrà un incontro dedicato ad Elena Ferrante, la più amata e misteriosa autrice italiana contemporanea. Ne parleranno Giulio Passerini di E/O Edizione, la casa editrice che pubblica i romanzi di questa scrittrice, e Tiziana De Rogatis, docente di Letterature comparate all’Università per stranieri di Siena. Alla giovane attrice gallaratese Giulia Provasoli sarà invece affidata la lettura di alcuni brani tratti dalle opere della Ferrante.

Nella stessa giornata, ma alle 18, il festival ospiterà Roberta De Falco, definita la Fred Vargas italiana, che presenterà i suoi noir ambientati a Trieste che vedono come protagonista il commissario Ettore Benussi. Domenica alle 11.30 appuntamento con un brunch letterario che vedrà protagonista Marina Morpurgo, impegnata nella presentazione di “È solo un cane (dicono)”, romanzo nato dai social network che intreccia la storia di un cane di nome Blasco con quella di una famiglia ebraica rifugiata in un paese toscano durante il nazifascismo. Mentre alle 17 andrà in scena un incontro “Tra cucina e letteratura” con la critica gastronomica del Sole24Ore Camilla Baresani e lo chef Ivan Ruccione, fresco di esordio letterario con il romanzo “A fuoco vivo”.

Come da tradizione, il festival darà spazio anche a forme d’arte diverse dalla parola scritta. Ci sarà la fotografia, con la mostra “Silent Houses” di Turiana Ferrara che rimarrà allestita all’interno del museo per tutta la durata della manifestazione. Che sarà chiusa domenica 28 alle 19 dal concerto della cantante americana Eileen Rose, accompagnata dalla sua band The Holy Wreck.

Il sito

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.