Tre candidati per la “successione” a Cerutti

Il sindaco uscente sostiene un centrodestra "civico" nel segno della continuità, c'è poi il centrodestra ufficiale con Lega e Forza Italia e il centrosinistra con Regalia

Ferno generica generiche
Ferno generica generiche

Tre i candidati sindaci a Ferno (foto dal sito ufficiale FernOnLine). Il paese vicino a Malpensa ha 6900 abitanti circa e quindi – essendo sotto la soglia dei 15mila abitanti – si va al voto in un turno unico: ogni candidato sindaco è sostenuto da un’unica lista di candidati consiglieri comunali. Chi ottiene più consensi il giorno delle elezioni diventa automaticamente sindaco, anche con percentuali inferiori al 50%.

Il centrodestra è al governo a Ferno da 15 anni, ma con assetti variabili. E – tra rotture, addii e ritrovate alleanze tra i partiti – anche a queste elezioni si presenta con due diverse candidature.

Filippo Gesualdi è il candidato di Progetto Ferno-Continuare per crescere. Come dice il nome della lista, si pone in piena continuità con l’amministrazione guidata da Mauro Cerutti (che era di Forza Italia, ma ha assecondato man mano un profilo più civico, smarcandosi dal partito). Gesualdi è rappresentante di Fratelli d’Italia, ma la sua lista ha scelto di rinunciare formalmente ai simboli di partito, puntando solo sull’elemento civico.

Del resto, in termini di simboli il “grosso” del centrodestra sta invece con Elena Piantanida. Assessore ai servizi sociali fino a pochi mesi fa, ha rotto con il primo cittadino (sostenuta insieme dal collega di giunta Giorgio Bertoni) ed è stata allontanata dal governo cittadino. Medico di base nella vita, ha il sostegno di Forza Italia e Ferno Viva e ha “ricucito” con la Lega, ricostruendo il binomio “classico” del centrodestra. La Lega – guidata da Claudia Colombo – aveva rotto con Cerutti prima delle elezioni del 2012.

C’è poi il centrosinistra: “Cambiare Ferno” è la lista che sostiene il rinnovato impegno di Massimo Regalia, aspirante sindaco già nel 2012. Composto in gran parte da civici (solo due i tesserati Pd), il gruppo può sperare di ottenere un risultato nel quadro attuale di contrapposizione tra i due “filoni” del centrodestra in lite. Regalia sottolinea in particolare, nel suo programma, la presenza di «obbiettivi misurabili, chiari e dichiarati» in grado di convincere gli elettori. Presentazione martedì 24 maggio, alle 21, in Sala Consigliare del Comune di Ferno.

Da dove si parte? I risultati del 2012 (qui tutti i dati e le notizie di allora) valgono un po’ quello che valgono, visto che soprattutto nel centrodestra è cambiato tutto. Comunque: allora la lista di “Insieme a Cerutti per Ferno” aveva ottenuto il 54,15% dei voti. Claudia Colombo, alfiere della Lega Nord che correva sola, aveva avuto il 25,22%, il centrosinistra con Massimo Regalia il 20,61%.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 12 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.