Una nuova opera di Bob Wilson arricchisce la collezione Panza

L'artista americano ha realizzato un'installazione permanente ispirata a una favola di Italo Calvino

Bob Wilson a Villa Panza
L'artista americano ha realizzato un'installazione permanente ispirata a una favola di Italo Calvino

In questi mesi abbiamo imparato a conoscere i suoi silenzi, la trama delle sue opere, l’amore che nutre per la collezione di Biumo, grazie alla mostra Tales in corso a Villa Panza fino al 15 ottobre, ma Bob Wilson non smette di stupire e oggi regala non solo al FAI ma a tutta la città una nuova inedita opera A winter Fable.

Galleria fotografica

Bob Wilson a Villa Panza 4 di 7

L’artista americano ha presentato la video installazione, che trova luogo nella rimessa delle carrozze, questa mattina in un incontro con Anna Bernardini e Noah Khoshbin curatori della mostra e Domenica Scarpa del Centro Internazionale Primo Levi di Torino ripercorrendo la genesi dell’opera, che prende ispirazione da una fiaba di Italo Calvino.

A chi ritiene che la sua arte sia d’avanguardia Wilson risponde che «l’avanguardia è la scoperta del classico» e quanto la sua vita sia stata influenzata dall’incontro con le “lezioni sul nulla” di John Cage.

«Non c’è niente di più bello di una stanza vuota» dice e comincia il suo intervento con una lunga pausa di silenzio. «Le favole non sono senza tempo, anzi sono ricche di tempo per me. I racconti popolari e le favole mi hanno sempre affascinato e credo di condividere la stessa attrazione provata da Calvino, che girò l’Italia per raccogliere le fiabe popolari».

Wilson ha scelto il racconto di “Comare Volpe e Compare Lupo” trascritta dalla tradizione napoletana per la prima volta da un giovanissimo Benedetto Croce e ripresa poi da Calvino.

La storia è semplice: i due animali si promettono reciproco aiuto ma a causa dell’ingordigia, il lupo rifiuta di condividere l’agnello con la volpe, che si vendica ponendo fine alla storia. L’installazione di Wilson si concentra sui tre personaggi principali con la poetica che gli è propria, non dà giudizi né interpretazioni, che lascia liberamente al pubblico, ma rinnova la capacità magnetica di raccontare per immagini e sensazioni le esperienze umane, anche quando queste siano prese in prestito dalla tradizione popolare italiana. Completa la visione la colonna sonora del duo musicale CocoRosie, che ha già collaborato con l’artista nella messa in scena dello spettacolo Peter Pan.

Quest’opera permanente si aggiunge all’installazione A house for Giuseppe Panza inaugurata in occasione della mostra e collocata nel giardino esterno della Villa.

di erika@varesenews.it
Pubblicato il 15 maggio 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Bob Wilson a Villa Panza 4 di 7

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.