Uyba quasi completa: ha firmato Bartsch

Busto annuncia l'arrivo dell'americana, compagna in nazionale di Wilhite. Ora va sistemata la regia

pallavolo, uyba, futura volley, michelle bartsch

Dal Sudtirol Bolzano, approda alla UYBA Michelle Bartsch Hackley, una delle migliori schiacciatrici della passata stagione, con al suo attivo 323 punti in 82 set (nona nella classifica generale delle attaccanti, 129 break point) e con un significativo 45,8% positivo in ricezione.

L’attaccante è nata il 12 febbraio 1990 a Maryville: cresciuta alla Collinsville High School e uscita dall’università dell’Illinois, nel 2012 debutta da professionista giocando nel Llaneras de Toa Baja a Porto Rico. Nel 2013 il trasferimento in Germania, dove rimane per tre stagioni: veste la maglia del Rote Raben Vilsbiburg nel 2013-14, vincendo la Coppa di Germania, poi passa al Dresdner Sportclub 1898, vincendo per due volte il campionato e aggiudicandosi la Coppa di Germania 2015-16.

Bartsch è anche nella rosa della nazionale statunitense, con la quale ha vinto la medaglia d’oro alla Coppa Panamericana e ai XVII Giochi panamericani, mentre nel 2016 ha conquistato l’argento al World Grand Prix.
Con il suo arrivo la UYBA ha quasi completato il suo nuovo volto: all’appello mancano ora una centrale da affiancare a Berti e Stufi (Botezat?) e il reparto delle palleggiatrici dove resta forte la candidatura di Orro, lo scorso anno al Club Italia.

«Sono entusiasta di unirmi a un club così forte e che negli anni si è sempre più consolidato – ha detto l’americana – Dopo tre buonissime stagioni in Germania l’anno scorso a Bolzano ho preso confidenza con il campionato italiano e credo che sia stata un’esperienza molto positiva, con una crescita costante mia e di tutta la squadra. È bello giocare in Italia e sono felice di poterlo fare ancora, con la UYBA; penso che il livello del torneo sia alto, ma la cosa più bella è che tutti qui amano la pallavolo».

Per la neo-farfalla, viale Gabardi non è certo una novità: «Il Palayamamay è un’arena magnifica: ho un’immagine molto viva di questo luogo già da quando ero a Dresda e vi ho giocato, proprio contro le farfalle, in una partita di Champions League. Il tifo è unico: è davvero difficile giocare quando sei nella squadra ospite».

Bartsch si descrive così: «Credo di essere una giocatrice di sostanza: mi piace prendere per mano la squadra, ma anche mettermi a disposizione di tutte per il meglio del team. Attualmente mi sto allenando con la nazionale USA insieme a Sarah Wilhite (altro nuovo acquisto bustocco ndr): è giovanissima, ha fatto benissimo nel college e ora dovrà abituarsi al gioco internazionale. Sono felice di averla con me alla UYBA: credo che potrò darle una mano in tante cose e che con le sue qualità potrà dare il suo contributo ai successi della squadra».

di
Pubblicato il 30 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.