Varese Calcio: la minoranza cala un asso da 1,5 milioni

Ciavarrella e Rosa promettono una cordata di imprenditori: "Se Taddeo non ce la fa, pronti a riprendere il club dalla serie D"

Varese calcio generiche
generiche

È la minoranza del Varese a calcio a mettere sul piatto le carte pesanti nella giornata in cui la società era chiamata a un’assemblea importante per il futuro.

C arte pesanti che si traducono in un gruppo d’imprenditori radunati intorno a Gabriele Ciavarrella, a Enzo Rosa e all’avvocato Giuseppe Armocida., il socio che rappresentava la minoranza nel consiglio biancorosso.

Gli imprenditori coinvolti sarebbero espressione del “territorio insubre”, nel senso che a qualche varesotto si aggiungono alcuni ticinesi e forse qualche socio piemontese. I nomi per il momento non ci sono, salvo quello di Fabrizio Pella; quello che è stato pronesso, invece, è la disponibilità di 1,5 milioni di euro. «Questo è l’impegno che noi e i nostri soci ci prendiamo» ha detto Ciavarrella. «Soldi che nelle nostre intenzioni possono saldare i debiti attuali e consentire la partecipazione al prossimo campionato serie D. Giocheremmo per vincerlo evitando di partecipare a una eventuale lega Pro per la quale in questo momento non saremmo strutturati».

L’impegno di questo gruppo (meno di dieci soci) è però vincolato al fatto che l’attuale maggioranza si faccia da parte. Su ciò Ciavarrella e gli altri hanno scelto la linea meno aggressiva che in passato, almeno a parole: «noi ci auguriamo che la maggioranza possa investire tutto ciò di cui il Varese ha bisogno e in quel caso potremmo anche cedere le nostre quote».

Ora si attendono le dichiarazioni dall’assemblea alla quale, a questo punto, ha preso parte solo la maggioranza, che a parole vorrebbe tentare il ripescaggio in Lega Pro, anche in virtù  delle ultime disposizioni federali che metterebbero il Varese tra le prime aventi diritto. Il problema è finanziario, perchè tra fidejussione, quota del ripescaggio e iscrizione si andrebbe già a superare i 600mila euro. Inoltre da domani potrebbero partire le istanze di quei tesserati (giocatori e allenatori) che non hanno ricevuto per intero gli stipendi. Tutto ciò si rifletterebbe in punti di penalità.

Vediamo dunque se Taddeo e Basile lasceranno campo libero al gruppo Ciavarrella o se proseguiranno sulla loro strada. L’avvocato Armocida ha fissato in 8-10 giorni le tempistiche per una eventuale risposta.

di
Pubblicato il 31 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.