Varese dedica largo Brunella a Monsignor Pigionatti

Sabato 27 maggio, la piccola piazza cambierà nome e sarà dedicata al primo rettore del Collegio De Filippi

largo pigionatti
via Morosini

Sabato 27 maggio il largo della Brunella, che oggi si chiama largo Unicef, verrà intitolato a Mons. Tarcisio Pigionatti, primo rettore del Collegio De Filippi e fondatore della scuola alberghiera di Varese.

Nell’atrio di ingresso della scuola, che un tempo è stata anche soprannominata la “cittadella De Filippi”, un dipinto di Amedeo Brogli ricorda la figura di benefattore e di educatore al servizio della carità e della cultura evangelica.

In questo modo forse si possono riassumere i tratti fondamentali del carattere e dell’opera di un sacerdote che ha permeato la storia di Varese e della sua provincia, una storia ricca di filantropia, imprenditorialità umana, economica, sportiva, educativa, culturale e sociale.

«Il Collegio De Filippi intende ricordare ‘don Pigio’ con immutato affetto e riconoscenza – spiega il Prof. Giovanni Baggio, Rettore dell’Istituto varesino – Negli anni, la scuola è cresciuta e si presenta oggi quale punto di riferimento qualificato per l’intero settore alberghiero e della ristorazione. L’obiettivo della nostra scuola è quello di formare professionisti che possano inserirsi con competenza nelle strutture di elevato livello nazionale ed europeo. Dai corsi di gestione alberghiera a quelli riservati all’ambito della ristorazione, l’istituto Professionale Alberghiero De Filippi oggi offre un’istruzione ampia e diversificata, in grado di fornire ad ogni studente tutte le nozioni e le capacità necessarie per crearsi un solido futuro personale».

Sabato 27, al termine della celebrazione per la nuova intitolazione del largo alla Brunella, autorità e pubblico sono invitati al Collegio De Filippi per un brindisi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.