Venti milioni in arrivo per ammodernare gli ospedali

Sette milioni di euro all'ospedale di Varese e oltre 5 milioni per quello di Saronno. Tra gli altri interventi Tradate, Busto, Angera e Somma

ospedale varese
pronto soccorso ospedale varese barellaia

Venti milioni in arrivo per l’edilizia sanitaria in provincia di Varese.

La Regione Lombardia ha definito quali investimenti effettuare tra i progetti in attesa di avvio. I fondi che arriveranno nel Varesotto saranno così distribuiti: 5 milioni di euro sono stati assegnati all’Ospedale di Circolo di Varese per l’adeguamento impiantistico, interventi per la sicurezza e l’acquisizione di nuova strumentazione.

Altri 5 milioni e 570 mila euro saranno destinati all’ospedale Saronno, principalmente alla riattivazione delle sale operatorie dell’ottavo piano,  all’adeguamento della degenza polispecialistica del settimo piano e al completamento degli impianti di rivelazione incendi.

464 mila euro andranno all’Ospedale di Tradate per il suo potenziamento e quasi 2 milioni di euro inoltre sono destinati alle strutture di Somma Lombardo e Angera, per la ristrutturazione degli immobili, per l’acquisto di nuove apparecchiature e per la realizzazione di ‘cittadelle della cronicità’. Infine 2 milioni e 200 mila euro sono stati messi a disposizione dell’ASST Sette Laghi di Varese con il preciso scopo di rafforzare e potenziare l’infrastruttura telematica, il tutto per rendere ancora più moderna l’offerta sanitaria.

« È la concretezza della Giunta Maroni – ha commentato il consigliere della Lega Emanuele Monti – di una Regione che, grazie alla politica degli accantonamenti, riesce comunque a fare il suo dovere, nonostante i numerosi tagli degli ultimi governi statali».

All’ASST della Valle Olona  arriveranno 12 milioni 352mila e 400euro: oltre Saronno, ci saranno più di 1 milione per investimenti in sistemi informativi, 585.600 euro per la Cartella Clinica Elettronica, 549.000 euro per infrastrutture rete wifi, 525.200 euro per la rete LAN. Busto Arsizio otterrà 565 mila euro per l’acquisizione di Gamma Camera di Ecotomografo, 500.000 per l’aggiornamento del software, 295 mila per l’acquisizione del sistema stereotassico per mammografia e ecotomografo, 549 mila per l’acquisizione della TAC a 64 strati, 220.000 per la diagnostica polifunzionale, 50.000 per l’ecotomografo e infine 500.000 per la redazione del documento di fattibilità delle alternative progettuali relative al nuovo ospedale unico di Gallarate.

« La sanità lombarda – ha sottolineato Giampiero Reguzzoni, consigliere della Lega – si conferma un’eccellenza di indiscusso valore dove ogni anno si rivolgono molti cittadini provenienti anche da altre Regioni mettendo a dura prova l’organizzazione che è numericamente modellata su esigenze territoriali. È arrivato il momento che il Governo ne prenda adeguatamente atto».

In campo edilizio sono 53 i milioni che la giunta ha deciso di stanziare per 32 interventi di ammodernamento  e per migliorare l’accoglienza del paziente in coerenza con la legge 23 di riforma del sistema sociosanitario lombardo che prevede il passaggio ‘dalla cura al prendersi cura’.

Si tratta di risorse che rientrano nell’ambito del più ampio e pluriennale piano regionale di investimenti in materia di infrastrutture e apparecchiature sanitarie ad alta tecnologia del valore di 500 milioni di euro. Di questi 500 milioni, 190 fanno capo al VII atto integrativo sottoscritto con il Ministero della Salute e il Ministero dell’Economia, 16 milioni riguardano il piano di prevenzione incendi sottoscritto con il Ministero della Salute e 300 milioni arrivano dal bilancio regionale per il triennio 2017-2019.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.