Vetri rotti e sporcizia, «La stazione di notte diventa un bivacco»

Da tempo un gruppo di adulti prende l’abitudine di sporcare e fare schiamazzi fino a tarda ora. Di giorno i ragazzini che si attaccano alle maniglie dei treni in corsa

Sporcaccioni notturni in stazione
Sporcaccioni notturni in stazione

Pacchetti si sigarette accartocciati e gettati, lattine di birra abbandonate, bottiglie di superalcolici lasciati sulla banchina quando va bene, altrimenti infranti. Così, per passare qualche ora fino a tarda notte, indisturbati, vociando animatamente e disturbando i residenti.

Galleria fotografica

Sporcaccioni notturni in stazione 4 di 6

Claudio Ossola, segretario della Prloco di Gavirate che da 15 anni gestisce la biglietteria della stazione, non ce la fa più, ogni mattina alle 5.15, quando apre gli uffici, a dover prendere ramazza e paletta per pulire tutto.

Così oggi ha messo su Facebook le foto, una al giorno, scattate nell’ultima settimana per denunciare in quali condizioni trova il marciapiede.

«Ogni mattina uno schifo – racconta . Tanto che sono andato in Comune e dai carabinieri per esporre il problema».
La stazione è presidiata dall’alba fino a sera per via della biglietteria aperta fino alle 12 e dalle 13.30 alle 17. Poi, verso l’ora di cena, la stazione comincia ad essere terra di nessuno tanto che anche alcuni residenti delle vicine abitazioni hanno cominciato a lamentarsi.

Ma anche di giorno qualche problema c’è. Il piccolo scalo è frequentato da numerosi ragazzi. Sono giovani, adolescenti che passano il pomeriggio qui.

«Loro non danno fastidio, scherzano e ogni tanto fanno un po’ di casino – spiega Ossola . Il punto è che la moda dell’ultimo periodo è diventata quella di aggrapparsi alle ultime maniglie del treno, una volta che il convoglio è partito; poi, presa velocità, ci si lascia andare a metà della banchina. Un gioco pericoloso perché si può cadere, o peggio».

di
Pubblicato il 18 maggio 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Sporcaccioni notturni in stazione 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.