Zamberletti in visita a Busto: “Il nuovo ospedale è una grande opportunità»

L'ex-ministro e senatore varesino è tornato in città dopo molti anni per fare visita all'amico Gian Pietro Rossi e per conoscere il sindaco Antonelli: "I finanziamenti per i 5 Ponti arrivarono dal mio ministero"

giuseppe zamberletti emanuele antonelli gian pietro rossi
elezioni partici etc a busto arsizio

L’ex-ministro della Protezione Civile e dei Lavori Pubblici Giuseppe Zamberletti ha fatto visita al sindaco di Busto Arsizio Emanuele Antonelli, questa mattina martedì. L’attuale presidente dell’Istituto Grandi Infrastrutture è venuto in città, accompagnato dagli ex-sindaci Gian Pietro Rossi e Gigi Farioli e da Eugenio Vignati.

Una breve visita nella quale si è parlato del passato e di quei finanziamenti che Zamberletti fece stanziare per i 5 ponti ma anche della grande opportunità offerta dell’ospedale unico che dovrebbe sorgere sull’area di Cascina dei Poveri a Beata Giuliana e di riqualificazione dei vecchi presidi che dovranno trovare una nuova vocazione che non di discosti da quella per cui sono stati realizzati.

Proprio in questo ambito Gigi Farioli ha rilanciato l’idea di far rientrare il vecchio quartiere ospedaliero di Busto nel progetto del centro delle Scienze della Vita che sorgerà sull’area di Expo, denominato Human Technopole: «Proprio questo tema sarà al centro di una mozione che scriverò nei prossimi giorni».

Il sindaco si è detto «onorato di averlo a Palazzo Gilardoni» mentre Zamberletti non a mancato di ricordare quando Varese non seppe approfittare dei finanziamenti per risolvere il problema dell’ingresso di Varese dall’autostrada: «Busto invece seppe usare quell’opportunità per la realizzazione dei Cinque Ponti, grazie alla capacità di Gian Pietro Rossi che allora era sindaco».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 02 maggio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.